Stellantis nascerà il 16 gennaio

Andrea Senatore

04/01/2021

04/06/2021 - 10:03

condividi

La fusione tra Fiat Chrysler e PSA oggi approvata dagli azionisti di entrambi i gruppi sarà effettiva dal prossimo 16 gennaio

Oggi gli azionisti di PSA e Fiat Chrysler hanno approvato la fusione delle due aziende. Stellantis sarà una realtà il 16 gennaio, data in cui la fusione sarà chiaramente effettiva. Il nuovo gruppo automobilistico sarà quotato alla Borsa di Milano e al Paris Euronext dal 18 e alla Borsa di New York dal 19.

Stellantis nascerà ufficialmente il prossimo 16 gennaio

Con John Elkann come presidente e Carlos Tavares come amministratore delegato, Stellantis dovrà affrontare la sfida di non perdere il treno dell’elettrificazione, che potrebbe comportare uno screening degli attori tradizionali del mercato automobilistico.

«Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot SA annunciano che le rispettive assemblee degli azionisti, tenutesi oggi, hanno approvato la fusione di FCA e PSA Group per creare Stellantis NV a larga maggioranza con un voto favorevole superiore al 99%», si legge in un comunicato congiunto.

Le due case automobilistiche insieme daranno origine al quarto gruppo automobilistico al mondo

Sotto l’ombrello di Stellantis ci saranno 14 produttori: Peugeot, Citroën, DS e Opel / Vauxhall di PSA e Fiat, Abarth, Alfa Romeo, Lancia, Maserati, Chrysler, RAM, Dodge e Jeep di FCA. Tutti i produttori manterranno il loro nome tradizionale.

PSA e FCA insieme hanno la capacità di produrre otto milioni di veicoli all’anno e impiegano circa 400.000 persone in tutto il mondo, anche se resta da vedere se le possibili sinergie derivanti da questo accordo potrebbero portare a un cambio di modello.

L’accordo tra Peugeot e Fiat Chrysler Automobiles è stato annunciato a dicembre 2019, anche se ironicamente il gruppo francese non è stato la prima scelta di quello italo americano. FCA ha negoziato con la Renault quando era guidata da Carlos Ghosn, ma l’opposizione di Nissan ha reso difficile l’accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it