SpaceX Starship: razzo SN9 esplode poco dopo il lancio, cosa è successo?

Matteo Novelli

3 Febbraio 2021 - 13:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

SpaceX: fallisce il lancio del prototipo SN9 che esplode in fase di atterraggio. Il video mostra il razzo decollare per poi fallire nel tornare a terra. Ecco cosa è successo.

SpaceX Starship: razzo SN9 esplode poco dopo il lancio, cosa è successo?

Niente da fare per SpaceX: fallisce per la seconda volta, in due mesi, il lancio del prototipo di Starship. L’SN9 non ce l’ha fatta ed è esploso poco dopo essere stato lanciato in cielo determinando un nuovo fallimento per quella che dovrebbe diventare l’astronave di punta dell’azienda di Elon Musk.

Si tratta di test che, nella loro natura stessa, implicano possibili imprevisti e incidenti: certo la “doppia sconfitta” brucia quasi quanto le fiamme che dominano i video dell’SN9 che, poco dopo essere decollato, torna a terra in un turbinio di fuoco.

Ma cosa è successo esattamente e cosa significa questo incidente per SpaceX? Ecco quello che c’è da sapere.

SpaceX: Starship fallisce di nuovo, il razzo SN9 brucia

Era l’ultimo prototipo del razzo Starship di prossima generazione: SpaceX lo ha lanciato martedì ma a seguito di un incidente in quota è esploso durante un tentativo di atterraggio dopo il volo di prova.

L’obiettivo del nuovo prototipo SN9 era quello di volare fino a 10 chilometri di altitudine (circa 32.800 piedi) in modo simile a quanto fatto dal suo predecessore SN8.

Purtroppo proprio come il suo modello precedente il fallimento è stato riscontrato in maniera plateale in fase di atterraggio, nonostante le ottime premesse in volto:

«Abbiamo avuto, ancora una volta un altro grande volo verso l’alto...dobbiamo solo lavorare un po’ su quell’atterraggio», ha affermato John Insprucker, ingegnere di SpaceX, nel webcast dedicato al volo di SN9.

Il lancio è stato fatto dalla punta sud-orientale del Texas e l’SN9 è riuscito a raggiungere l’altitudine prevista di oltre sei miglia sopra il Golfo del Messico. Fin qui tutto bene ma tutto si è guastato quando il razzo si è capovolto su un lato iniziando la sua discesa conclusa con l’esplosione dell’astronave. Un deja-vu per SpaceX e per chi a dicembre aveva seguito il lancio dell’SN8.

Una sconfitta che non sembra di grande rilevanza per SpaceX che, come già sottolineato da Insprucker, non aveva come obiettivo ottenere il massimo dei voti: imparare dai propri errori, questo l’obiettivo della società spaziale. Migliorare l’atterraggio però è ora la priorità in vista del prossimo prototipo.

Argomenti

# SpaceX

Iscriviti alla newsletter

Money Stories