Sondaggi: si mette male per Salvini e la Lega?

L’ultimo sondaggio politico Lab2101 del 6 luglio 2020, indica la Lega in forte calo mentre alle sue spalle crescono gli altre partiti maggiori. Al ribasso le quotazioni di Forza Italia e Italia Viva.

Sondaggi: si mette male per Salvini e la Lega?

I sondaggi politici elettorali non si fermano mai e a breve andremo a illustrare l’esito di uno di essi, realizzato per Affariitaliani.it da Lab2101. Tra circa due mesi e mezzo si voterà in sette regioni, ma questo non fa perdere interesse nelle intenzioni di voto nazionali.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni vorrebbero fortemente andare ad elezioni politiche anticipate, fosse stato per i due leader di Lega e Fratelli d’Italia si sarebbe andati tutti a votare con le Amministrative del 20-21 settembre 2020, ma a questo possibile scenario si oppongono troppi partiti , compreso l’alleato di centrodestra Silvio Berlusconi.

La fretta di Salvini e Meloni è dovuta, a loro dire, alla necessità di sostituire un governo incapace di fronteggiare la gravi conseguenze economiche dell’emergenza coronavirus. A prescindere dalla ragione o dal torto, c’è anche da dire che il partito dell’ex ministro dell’Interno (Conte I) sta scendendo costantemente nei sondaggi, nessun crollo improvviso della Lega ma una tendenza lenta al ribasso che dopo tanti mesi gli è costata circa otto punti. Al contrario, FdI continua a salire, ma si tratta ormai di voti rubati all’alleato, motivo per cui anche alla Meloni potrebbe convenire andare a votare presto.

E’ ormai impossibile che si possa andare a votare per elezioni politiche quest’anno, tanto più che si sta discutendo per cambiare legge elettorale e in questi casi il Parlamento impiega sempre tanto tempo. Come se non bastasse, insieme alle regionali ci sarà anche il voto popolare sul taglio dei parlamentari, il quarto referendum confermativo nella storia repubblicana, il cui esito potrebbe portare la Camera da 630 a 400 seggi e il Senato da 315 a 200 seggi. Insomma, tutto lascia pensare che le elezioni anticipate non avranno luogo prima della primavera 2021.

Sondaggi elettorali 6 luglio 2020: il PD minaccia la Lega

Ecco cosa è successo nelle intenzioni di voto Lab2101 del 6 luglio messe a confronto con l’ultimo sondaggio risalente al 17 giugno 2020.

La Lega è il primo partito italiano con il 26,6% dei consensi ma in calo dell’1%. Si avvicina il PD che guadagna due decimi e sale al 22,4%. Tale distacco è davvero minimo se si pensa che alle Europee 2019 era di quasi 12 punti. Il M5S sale di tre decimi e si attesta al 16,7%, rallentando la rincorsa di Fratelli d’Italia che guadagna sei decimi e si porta al 14,4%.

Decisamente lontano il partito di Berlusconi, Forza Italia con il 6,4% perde ancora due decimi. Non va meglio a Matteo Renzi con la sua Italia Viva che registra un calo dello 0,3% e scende al 3,4%. Ne approfitta Azione di Carlo Calenda che cresce di tre decimi e passa al 2,9%. Stesso rialzo per Liberi e Uguali che sale al 2,6%. Verdi all’1,7%, in calo dello 0,1%; +Europa 1,4% (+0,3%); La Sinistra 0,8%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories