Sky senza Serie A? Perché dal 13 luglio ci potrà essere il blackout

Lunedì 13 luglio durante l’assemblea della Lega di Serie A dovrà decidere se spegnere o meno il segnale di Sky, che così rischia di non poter più trasmettere le partite in quanto non ha ancora pagato l’ultima rata dei diritti televisivi di questa stagione.

Sky senza Serie A? Perché dal 13 luglio ci potrà essere il blackout

La Serie A è ripartita ma tra i corridoi di palazzo sono ancora tante le fibrillazioni. Al centro delle tensioni ci sono, ca va sans dire, i soldi dell’ultima rata bimestrale che le TV detentrici dei vari diritti devono ancora versare al pallone nostrano.

In ballo c’è una torta da 233 milioni, vitale per la sopravvivenza dei club della nostra massima serie. Il pagamento nei mesi scorsi era stato congelato a causa dello stop dovuto dal coronavirus, ma adesso che si è tornati in campo le emittenti chiedono comunque uno sconto.

Una richiesta che è stata rigettata al mittente della Lega di Serie A, che nei giorni scorsi ha trovato un’intesa con DAZN e Img per il pagamento della loro quota che avverrà in due rate: una prima del 27 giugno e l’altra entro il 20 luglio.

Con Sky invece non è stata trovata un’intesa per il pagamento dei restanti 131 milioni che l’emittente satellitare deve ancora versare, tanto che la Serie A durante l’assemblea di Lega di lunedì 13 luglio dovrà decidere se staccare il segnale.

Serie A: Sky oscurata?

Nel frattempo il Tribunale di Milano, accogliendo il ricorso della Lega di Serie A , ha emesso un decreto ingiuntivo nei confronti di Sky. Il provvedimento non è esecutivo, pertanto Sky ha 40 giorni di tempo per pagare, come da ingiunzione, oppure presentare opposizione, intraprendendo dunque una battaglia legale contro la Lega.

La speranza degli abbonati alla pay TV è che alla fine possa arrivare una fumata bianca, visto che il rischio è quello di non potere più assistere ai sette match a giornata che Sky trasmetterà da qui al 2 agosto.

I club però non sembrano assolutamente intenzionati a fare sconti, visto l’accordo comunque trovato con DAZN e Img, convinti che alla fine anche Sky cederà considerando la prospettiva drastica del vedersi staccare il segnale.

Lunedì 13 luglio serviranno 14 voti su 20 durante l’assemblea per oscurare le partite in onda su Sky. La partita è delicata visto che staccare il segnale sarebbe un gesto eclatante e mai visto prima, ma al tempo stesso sedersi a trattare darebbe maggiore forza all’emittente.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories