Sicurezza stradale: con il Right-Turn Assist di Continental più protezione per i pedoni

Grazie all’utilizzo di un nuovo sistema radar ad onde corte, sviluppato sulla frequenza di 77 GHz, sono possibili nuovi dispostivi per la sicurezza stradale.

Sicurezza stradale: con il Right-Turn Assist di Continental più protezione per i pedoni

La sicurezza stradale è uno dei temi-chiave intorno ai quali si stanno sviluppando le principali innovazioni tecnologiche del mondo Automotive. Uno dei dispositivi di cui si sta facendo un uso sempre più ampio a bordo degli autoveicoli è il radar, utilizzato da decenni nella navigazione aerea e marittima.

Ne è un esempio Continental, che recentemente ha introdotto una nuova generazione di dispositivi radar a corto raggio migliorati, che permetteranno nuove e più precise applicazioni a beneficio della sicurezza stradale e con un occhio ai futuri sviluppi della guida autonoma.

Tra le principali novità del dispotivo c’è il passaggio dalla frequenza di 24 Gigahertz (GHz) a 77 GHz, un cambio di passo noveole che consente una maggiore precisione delle rilevazioni e - di conseguenza - una visione più acccurata e veloce di tutto ciò che accade intorno alla vettura.

Inoltre, i tecnici Continental hanno lavorato alla riduzione delle dimensioni dell’intero apparato radar. Le singole componenti del sistema, come l’antenna e il chip a radiofrequenza (RF) sono ora collocabili in posti più stretti, e quindi meglio integrabili con una gamma più vasta di autoveicoli; anche citycar e utilitarie.

Più sicurezza stradale per ciclisti e pedoni con il Right-Turn Assist

Il nuovo radar a 77 GHz di Continental migliora le prestazioni dei dispostivi per la sicurazza stradale già installati a bordo dei veicoli più recenti, come la frenata d’emergenza (Emrgency Brake Assist), la rilevazione del cambio involontario di corsia e del sopraggiungere di altri veicoli (Lane Change Assist) o la più comune assistenza al parcheggio.

La nuova generazione di radar permette inoltre di sviluppare nuovi e più complessi sistemi di sicurezza, come il Right-Turn Assist , che monitora l’angolo interno della sterzata del veicolo. Un dispositivo molto utile ad evitare collisioni con pedoni, ciclisti e motocliclisti, molto frequenti e - talvolta - con esiti fatali.

Grazie ad un sistema composto da quattro sensori posizionati intorno al veicolo, il Right-Turn Assist monitora la situazione a 360°, e durante le svolte a destra verifica il sopraggiungere di altri utenti sul lato di sterzata, spesso ostruito da ostacoli alla visuale come le auto parcheggiate.

Una soluzione che - oltre ad aumentare la sicurezza - riduce lo stress degli automoblisti, soprattutto in città dove l’impegno per tenere sotto controllo tutto quanto accade intorno al veicolo è notevole, e talvolta sfocia in distrazioni involontarie che sono alla base di molti sinistri.

Meno incidenti e meno morti con il Right-Turn Assist

A certificare l’utilità del Right-Turn Assist sono i risultati dello studio condotta da Continental: il nuovo dispositivo aiuterebbe a prevenire il 5% degli incidenti in cui i ciclisti vengono uccisi o rimangono feriti gravemente in Germania e il 7% in Giappone, nonché l’8,5% di tutti gli incidenti che coinvolgono i ciclisti negli Stati Uniti e un ulteriore 6% di incidenti nei quali i ciclisti riportano lievi ferite.

Il Right-Turn Assist soddisfa già i requisiti per la sicurezza Euro NCAP volti ad una maggiore protezione di pedoni e ciclisti, che entreranno in vigore a partire dal 2022. Ma già dal 2020 sarà obbligatoria l’installazione di sistemi di assistenza nelle curve per i camion.

Sugli autocarri - sempre in base allo studio condotto da Continental - l’installazione del Right-Turn Assist permetterebbe una riduzione addirittura del 36% degli incidenti che coinvolgono i ciclisti.

Nuovi sviluppi anche per la guida autonoma

Sistemi come il nuovo radar a corto daggio da 77 GHz di Continental troveranno applicazione anche nei dispositivi di guida autonoma, sui quali i costruttori automobilistici e i loro partner tecnologici stanno investendo molte risorse.

Ne è un esempio l’ Emergency Steer Assist , che - in caso di manovre improvvise per evitare altri veicoli - consente di allontanare il veicolo dall’area rischio di collisione.

Grazie alla capacità di analizzare l’area circostante il veicolo in maniera rapida e completa, il dispositivo è in grado di sapere esattamente quali altri utenti della strada si trovano nelle vicinanze, nonché le loro traiettorie e velocità, e può regolare di conseguenza i segnali di sterzo.

Il Right-Turn Assist e l’ Emergency Steer Assist fanno parte della Vision Zero , la strategia di Continental che punta all’azzeramento degli incidenti automobilistici grazie all’utilizzo della tecnologia.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Sicurezza stradale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.