Scadenza Unico 2015 per partita IVA e persone fisiche: tutte le scadenze delle rate da sapere

Scadenza Unico 2015: tutti i termini da conoscere per la presentazione del modello Unico 2015 per persone fisiche e titolari di partita IVA.

Il 6 luglio sono state ufficialmente prorogate le scadenze dell’Unico 2015. La scadenza vale ovviamente per i pagamenti e non per le presentazioni telematiche.

La scadenza della presentazione in forma telematica del Modello Unico è il 30 settembre 2015. Le scadenze per le presentazioni in forma cartacea sono invece comprese tra il 2 maggio ed il 30 giugno. Entrambe le date possono però, ogni anno, subire variazioni.

L’obbligo della presentazione è in forma telematica, l’invio può essere diretto oppure tramite intermediario abilitato. Alcuni soggetti sono esenti dal suddetto obbligo.

Per quanto riguarda invece le scadenze dei versamenti dell’Unico 2015, la scadenza del 16 giugno, per certe tipologie di contribuenti, è stata prorogata al 06 luglio 2015.

A seguire le categorie che possono beneficiare della proroga:

- contribuenti la cui attività è stata sottoposta a studi di settore;
- contribuenti minimi;
- contribuenti forfettari.

Scadenze Pagamenti Unico 2015: i beneficiari e gli esclusi

Coloro che beneficiano della proroga 16 giugno / 6 luglio sono:

  • contribuenti la cui attività è stata sottoposta a studi di settore (lavoratori autonomi, imprenditori ecc.);
  • contribuenti minimi, coloro quindi che adottano il regime dei minimi con aliquota al 5% e 15% (nuovo regime forfettario);
  • società diverse da persone fisiche (Spa, Srl, Sas ecc.) che rispettino le seguenti condizioni;
    • la loro attività deve essere stata sottoposta a studi di settore;
    • non devono essere esclusi dallo studio di settore a motivo di ricavi/costi maggiori di € 5.164.569;
    • il termine ordinario stabilisca un obbligo al versamento entro il 16 giugno.

Coloro che invece sono esclusi dalla proroga 16 giugno / 6 luglio sono i contribuenti (anche imprenditori o lavoratori autonomi) non soggetti a studi di settore, nello specifico:

  • i contribuenti che non sono in alcun modo associati né esercitano attività in proprio o di imprenditoria, neppure in partecipazione;
  • i contribuenti che appartengono alla categoria degli imprenditori agricoli unicamente beneficiari di un reddito agrario;
  • i contribuenti esclusi dagli studi di settore a motivo di ricavi/costi maggiori di € 5.164.569;

Scadenze Unico 2015: quali imposte è possibile pagare il 6 luglio?

La scadenza riguarda tutte le imposte che derivano dalla dichiarazione in formato Unico, quindi oltre all’IRPEF, IRES, IRAP, anche le seguenti imposte: saldo IVA 2014, cedolare secca, addizionale IRPEF, imposta sostitutiva del 5% per i contribuenti “minimi”, addizionali IRPEF, contributi INPS, diritto CCIAA, ecc.
La proroga quindi prevede che la scadenza originaria del 16 giugno, slitti al 6 luglio, senza alcuna maggiorazione, o al 20 agosto, con una maggiorazione pari allo 0,40%.
E’ possibile pagare le imposte in un’unica soluzione, alla scadenza, oppure a rate nelle seguenti modalità:

Scadenze Unico 2015 - Le rate del pagamento

A seguire l’elenco delle scadenze dell’Unico con relativa data e importo di interesse da versare, suddivise per soggetti contribuenti, persone fisiche e proprietari di partita IVA che possono beneficiare della proroga. Clicca qui se vuoi un approfondimento per il Modello Unico PF 2015.

Scadenze Unico 2015 per proprietari di partita IVA
Le seguenti scadenze sono suddivise per scadenza al 6 luglio e al 20 agosto.

Rata 1

  • Scadenza 6 luglio, nessun interesse;
  • Scadenza posticipata del 20 agosto, maggiorazione dello 0,40%, nessun interesse.

Rata 2

  • Scadenza 16 luglio, 0,11% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 16 settembre, maggiorazione dello 0,40%, 0,29% di interesse.

Rata 3

  • Scadenza 20 agosto, 0,44% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 16 ottobre, maggiorazione dello 0,40%, 0,62% di interesse.

Rata 4

  • Scadenza 16 settembre, 0,77% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 16 novembre, maggiorazione dello 0,40%, 0,95% di interesse.

Rata 5

  • Scadenza 16 ottobre, 1,10% di interesse.

Rata 6

  • Scadenza 16 novembre, 1,43% di interesse.

Scadenze Unico 2015 per persone fisiche
Le seguenti scadenze sono suddivise per scadenza al 6 luglio e al 20 agosto.

Rata 1

  • Scadenza 6 luglio, nessun interesse;
  • Scadenza posticipata del 20 agosto, maggiorazione dello 0,40%, nessun interesse.

Rata 2

  • Scadenza 31 luglio, 0,26% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 31 agosto, maggiorazione dello 0,40%, 0,11% di interesse.

Rata 3

  • Scadenza 31 agosto, 0,60% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 30 settembre, maggiorazione dello 0,40%, 0,44% di interesse.

Rata 4

  • Scadenza 30 settembre, 0,93% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 2 novembre, maggiorazione dello 0,40%, 0,77% di interesse.

Rata 5

  • Scadenza 2 novembre, 1,26% di interesse;
  • Scadenza posticipata del 30 novembre, maggiorazione dello 0,40%, 1,10% di interesse.

Rata 6

  • Scadenza 30 novembre, 1,59% di interesse.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.