Saldi: come risparmiare (ed evitare truffe)

Matteo Novelli

7 Gennaio 2021 - 17:51

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Come risparmiare ai saldi e approfittare degli sconti reali, evitando truffe e fregature. I nostri consigli.

Saldi: come risparmiare (ed evitare truffe)

I saldi 2021 stanno per arrivare. Sono molti gli acquirenti che, circondati da tanti sconti e offerte imperdibili si chiedono: come risparmiare veramente? Il periodo dei saldi è costellato da grandi affari e spesso, purtroppo, anche da truffe facilmente evitabili.

Ottenere sconti reali ed evitare fregature durante i saldi invernali 2021 è possibile: è sufficiente seguire alcuni pratici consigli per arrivare preparati al periodo di compere più conveniente dell’anno ed essere sicuri di approfittare davvero delle offerte.

I saldi invernali di quest’anno iniziano a partire da gennaio, con date differenti a seconda delle varie regioni, e si concluderanno tra fine febbraio e i primi giorni di marzo. Ecco una rapida guida all’acquisto per evitare brutte sorprese.

Saldi: i consigli per risparmiare davvero nelle offerte invernali e estive

La prima regola da seguire per approfittare veramente delle offerte previste dai saldi è tenere bene a mente la data d’inizio della tua regione e recarti qualche giorno prima nel negozio interessato.

Individua gli articoli di tuo interesse e prendi nota del prezzo pre sconti, magari con una foto al cartellino. Una volta partiti i saldi confronta il nuovo prezzo e verifica l’effettivo sconto, nel caso fosse applicato. Spesso è facile imbattersi in finte offerte e prezzi scontati che non corrispondono ai prezzi reali.

Verifica attentamente anche, nel caso di vestiario, la collezione presente in saldo in negozio sia la stessa di alcuni giorni prima: le grandi catene tendono spesso a liberarsi di fondi di magazzino e capi da tempo non presenti sugli scaffali, preservando maggiormente gli abiti più recenti. Se la maglietta o il pantalone che hai visto alcuni giorni prima dei saldi è misteriosamente scomparso, questo potrebbe essere il caso.

Rimanendo sempre nel settore abbigliamento, spesso trovare la taglia del capo in saldo corrispondente al tuo fisico può risultare davvero complicato se non impossibile. In questo caso non perderti d’animo: rivolgiti a un commesso per verificarne la disponibilità, controllate se potete ordinare lo stesso articolo online oppure attendi i ribassi di fine stagione per spendere ancora meno (e magari accontentarsi di una taglia più stretta, o larga, a un prezzo stracciato).

Verificate sempre attentamente che nel cartellino del capo o nel listino del prodotto da voi scelto sia presente il prezzo iniziale originale e la percentuale di sconto applicata: in questo modo puoi verificare facilmente la veridicità delle informazioni indicate.

Non accontentarti del primo store, specialmente online: confronta ove possibile, specialmente per articoli d’elettronica e per la casa, le varie offerte per aggiudicarti il prezzo migliore del momento.

Uno sconto molto alto non è per forza un indicatore di qualità: meglio accontentarsi di percentuali più basse, ma più probabili, rispetto a maxi sconti dal 70% in poi (che potrebbero facilmente nascondere merce data o un prezzo originale decisamente maggiorato).

Se amate acquistare su Amazon verificate sempre l’origine dei prodotti e verificate l’affidabilità della merce attraverso le pratiche recensioni clienti: spesso l’amazzone nasconde all’interno dei propri magazzini merce non originale e articoli contraffatti, provenienti magari da rivenditori esterni (in questo caso ottenere il reso è facile ed è possibile farlo entro 30 giorni dall’acquisto).

Saldi 2021: cosa fare in caso di truffa

Avete notato qualcosa che non va e pensate di essere incappati in saldi truffa? Potete facilmente rivolgere le vostre perplessità e segnalazioni al Codacons attraverso il numero ufficiale 892 007.

Il numero è a pagamento e permette di prendere appuntamento con un consulente dell’associazione a difesa dei consumatori in tutta Italia (al contrario del numero verde del Codacons, gratuito ma dal carattere prettamente informativo). I costi di chiamata sono i seguenti:

  • Rete fissa | scatto alla risposta di 30 centesimi di euro e 76 centesimi al minuto;
  • TIM | scatto alla risposta 16 centesimi di euro e 94 centesimi al minuto;
  • Vodafone | scatto alla risposta 16 centesimi di euro al minuto 94 centesimi al minuto;
  • Wind | scatto 15 centesimi di euro al minuto 97 centesimi al minuto;
  • Tre | scatto 16 centesimi di euro al minuto e 94 centesimi al minuto.

In alternativa è possibile fare segnalazioni anche alla polizia municipale o alla Guardia di Finanza (117).

Argomenti

# Saldi

Iscriviti alla newsletter

Money Stories