Saipem entra nel progetto Arctic Lng2

Saipem sottoscrive un accordo per entrare nela joint venture del progetto Arctic Lng2 e ottiene contratto da 2,2 miliardi di euro.

Saipem entra nel progetto Arctic Lng2

Saipem si rafforza nell’Artico siberiano grazie alla partecipazione in una joint venture che si occuperà di realizzare tre linee di gas naturale liquefatto nell’ambito del progetto Arctic Lng2.

La quota di competenza del gruppo italiano è pari a circa 2,2 miliardi di euro. Il coinvolgimento di Saipem - con contratto eseguito su base lump sum e rimborsabile - è frutto di un accordo sottoscritto con Technip France SA e NIPIgaspererabotka.

La joint venture in cui entra Saipem

È la stessa società ad annunciare la notizia. Grazie all’intesa di cui abbiamo appena accennato, Saipem entra nella joint venture del progetto commissionato da Arctic LNG2, società composta da Novatek JSPC (60%) ed Ekropromstroy Ltd (40%).

In particolare, i lavori riguardano la realizzazione di tre linee di gas naturale liquefatto (GNL), ciascuna con una capacità di circa 6,6 milioni di tonnellate per anno e prevedono l’ingegneria di dettaglio, l’approvvigionamento di materiali, la costruzione, la messa in esercizio e l’avviamento dell’opera.

L’area in cui si sta realizzando il progetto si trova nel distretto di Tazovsky situato nella regione amministrativa autonoma di Yamal-Nenets, nella parte occidentale della penisola di Gydan (Federazione Russa).

Consolidare le attività

Le tre linee di gas naturale liquefatto oggetto dell’intervento saranno installate sulle piattaforme a gravità in cemento (le cossiddette Gravity Based Structures) che Saipem – come già comunicato a metà Dicembre 2018- sta attualmente realizzando.

L’amministratore delegato della società leader nelle attività di ingegneria, di perforazione e di realizzazione di grandi progetti nei settori dell’energia e delle infrastrutture, si è detto particolarmente soddisfatto del contratto.

“Il coinvolgimento nei lavori per la realizzazione delle tre linee del progetto Arctic LNG2, che segue l’acquisizione del contratto relativo alle Gravity Based Structures con lo stesso cliente e la recente acquisizione del progetto LNG in Mozambico per il cliente Anadarko, conferma la validità della scelta strategica di Saipem di consolidare la leadership nell’intera catena del valore del gas naturale”

ha infatti dichiarato Stefano Cao.

Proprio di recente il numero uno di Saipem aveva rilasciato dichiarazioni ottimistiche sul futuro della società, che a suo dire si è ben risollevata dalla crisi.

“La nostra strategia è stata di rimanere concentrati sul nostro change management ed ora che l’orizzonte comincia a chiarirsi stiamo lavorando alle migliori opzioni per le attività di drilling. Saipem, dalle altre crisi, è sempre uscita come consolidatore, basti ricordare l’acquisizione della Bouygues Offshore, una delle più rilevanti nei servizi all’industria petrolifera, o a quella di Snamprogetti”

ha sottolineato in una intervista al Sole 24 Ore, commentando i risultati del primo semestre.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Saipem

Argomenti:

Italia Russia Saipem

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.