Saipem: Aramco punta sulla società milanese per commesse miliardarie

La Saipem è tra le papabili per lavori, affidati da Saudi Aramco, nel settore offshore. Il valore dei contratti supererebbe i 3 miliardi di dollari

Saipem: Aramco punta sulla società milanese per commesse miliardarie

In arrivo per Saipem alcune nuove commesse nel settore offshore, per un valore di oltre 3 miliardi di dollari.

Il colosso dell’industria petrolifera saudita, Saudi Aramco, sarebbe pronto ad affidarsi alla società italiana per la realizzazione di nuovi grandi progetti, che implicano più di 100mila tonnellate di lavori di fabbricazione.
La conferma dovrebbe arrivare già entro la fine del mese. L’indiscrezione è stata diffusa dalla rivista specializzata Upstream che riferisce di tre contratti corposi.

Saipem, le commesse parlano arabo

Saudi Aramco, entro la fine del mese, dovrebbe rendere noti i nomi delle società che si aggiudicheranno i lavori di alcuni grandi progetti: tra i più ambiti quelli delle piattaforme di Berri, Zuluf e Marjan.

Tra le favorite, secondo Upstream, potrebbe esserci proprio l’italiana Saipem che però dovrà vedersela con nomi del calibro di McDermott International e Dynamic Industries, Larsen & Toubro (L&T) Subsea 7 e National Petroleum Construction Company.

Il primo progetto in lizza, il più importante, prevede la costruzione di almeno 10 moduli della piattaforma petrolifera di Berri per un peso totale di 15mila tonnellate. Ma sono anche previsti: una grande piattaforma di collegamento e un piano di miglioramento di iniezione dell’acqua, la costruzione e l’installazione di 100 chilometri di gasdotti sottomarini.

Sapiem potrebbe essere tra le favorite anche per un Piano di miglioramento (Pdm) nel progetto Marjan. Il terzo appalto include tre Pdm per il campo Zuluf. Infine, si parla di 11 segmenti di gasdotti offshore destinati al giacimento petrolifero di Berri e di un lavoro di upgrade offshore di minore importanza.

Saudi Aramco starebbe ancora decidendo in merito all’affidamento dei lavori, ma fonti del settore riferiscono che Saipem ha ottime possibilità di vincita. All’azienda, leader del settore engineering & construction offshore, dovrebbero andare le commesse più importanti.

Ottimismo per segnali di ripresa

Dopo anni difficili per Saipem, che nel 2016 ha registrato una perdita di 2 miliardi e una più contenuta di 328 milioni nel 2017, questa sarebbe una vera e propria boccata d’ossigeno. L’azienda per il 2018 sta cercando, infatti, di riscattarsi e migliorare la propria situazione.

Anche se i segnali di ripresa sono ancora deboli - la crescita del prezzo del petrolio non ha ancora, almeno per il momento, determinato una decisa accelerazione dei programmi di investimento delle compagnie petrolifere - alcuni segmenti di attività della Saipem sembrano registrare qualche miglioramento.

Il portafoglio ordini a fine 2017, abbinato alle previsioni sulle offerte commerciali in corso, permettono di prevedere ricavi di circa 8 miliardi di euro per l’esercizio 2018, con una marginalità a livello di EBITDA adjusted superiore al 10%. Gli investimenti tecnici sono previsti attorno ai 300 milioni di euro, mentre il debito netto è previsto attestarsi attorno a circa 1,1 miliardi di euro a fine 2018,

come hanno specificato dalla stessa Saipem in una lettera agli azionisti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Saipem S.p.A.

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.