Ryanair: tutti i voli cancellati da e per l’Italia e come chiedere il rimborso

Ryanair ha tagliato molti voli da e per l’Italia in quarantena mentre i Paesi bloccano gli ingressi agli italiani per evitare la diffusione del contagio. Come funziona il rimborso.

Ryanair: tutti i voli cancellati da e per l'Italia e come chiedere il rimborso

La cancellazione dei voli da e per l’Italia a causa dell’emergenza coronavirus è solo uno dei tanti effetti negativi provocati dall’epidemia che ha devastato il nostro Paese.

Da Ryanair, Lufthansa, EasyJet ad Alitalia e British Airways, tutte le compagnie aeree, sia low cost che di bandiera, hanno cancellato o riprogrammato una serie di voli in seguito al crollo delle prenotazioni, ai blocchi imposti dai paesi esteri nei confronti dei turisti dall’Italia, e alle misure di sicurezza previste dal Decreto 9 marzo. Chi deve rinunciare al viaggio può chiedere il rimborso, previsto anche in caso di volo non cancellato o posticipare la data di partenza usufruendo del voucher (col rischio, però, di pagare molto di più il volo rispetto alla tariffa originale).

Vediamo quali sono i voli Ryanair cancellati e fino a quando sono in vigore le restrizioni.

Coronavirus: i voli Ryanair cancellati in Italia

Inizialmente Ryanair aveva cancellato solo i voli dall’Italia verso le destinazioni in Paesi che avevano imposto il divieto d’ingresso agli italiani (es: Giordania e Israele). Ma dopo aver avuto aerei semivuoti per giorni, la compagnia ha deciso di cancellare i voli a partire dal 17 marzo all’8 aprile. “Al momento, spiega Ryanair, stiamo pianificando solo la riduzione per il periodo di tre settimane che va dal 17 marzo all’8 aprile. Continueremo a monitorare la situazione e ad adattare la nostra programmazione in base all’andamento delle prenotazioni. Speriamo di ridurre al minimo il periodo di tali riduzioni, tuttavia continueremo a controllare la situazione giornalmente”.

Ryanair ha cancellato tutti i voli da/per l’Italia e sul territorio nazionale, a seguito alle misure messe in atto Governo italiano sull’intero Paese per contenere la diffusione del virus Covid-19.

Questi tagli aggiuntivi verranno implementati come segue:

  • Dalle 24:00 di mercoledì 11 marzo fino alle 24:00 di mercoledì 8 aprile, Ryanair sospenderà tutti i voli nazionali italiani.
  • Dalle 24:00 di venerdì 13 marzo fino alle 24:00 di mercoledì 8 aprile, Ryanair sospenderà tutti i voli internazionali da/per l’Italia.

Da martedì 10 marzo tutta l’Italia è zona rossa, e i cittadini da Nord a Sud sono chiamati al rispetto di una serie di regole, come l’autoquarantena a casa per prevenire il più possibile la diffusione del contagio. Rafforzati i controlli delle forze dell’ordine nelle zone nevralgiche delle città, tra cui stazioni e aeroporti. Chi deve spostarsi per motivi di necessità (lavoro. salute o altro) deve munirsi di apposita autocertificazione.

Voli Ryanair cancellati: Paesi vietati agli italiani

A causa delle restrizioni di viaggio e i divieti imposti da diversi Paesi a chi proviene dall’Italia, Ryanain ha cancellato i voli per:

Giordania
Cancellati dal 12 marzo al 4 aprile inclusi i voli Milano Bergamo-Amman, Bologna-Amman; Milano Bergamo-Aqaba e Roma Ciampino-Aqaba.

Israele
I voli da Milano Bergamo, Bologna e Roma Fiumicino a Tel Aviv e da Milano Bergamo a Eilat Ramon operano fino all’11 marzo per consentire a tutti i passeggeri non israeliani di essere rimpatriati e saranno cancellati dal 12 marzo all’8 aprile inclusi.

I voli da Berlino Schönefeld a Tel Aviv e Eilat Ramon, da Berlino Tegel a Tel Aviv, da Norimberga, Memmingen, Karlsruhe Baden Baden a Tel Aviv e da Marsiglia a Tel Aviv saranno tutti operativi fino al 15 marzo e poi cancellati dal 16 marzo all’8 aprile inclusi.

Georgia

I voli da Milano Bergamo a Tbilisi opereranno fino al 7 marzo e saranno ridotti a 2 frequenze settimanali dall’8 marzo al 7 aprile inclusi. I voli da Bologna a Kutaisi sono cancellati dall’8 marzo al 7 aprile inclusi.

Montenegro e Repubblica Ceca
I voli da Bologna a Podgorica sono cancellati dal 29 febbraio al 5 aprile inclusi; i voli da Milano Bergamo a Brno e da Bologna, Milano Bergamo e Venezia Treviso a Praga sono annullati dal 5 al 18 marzo incluso.

Slovacchia e Ungheria

Ryanair è stata costretta a cancellare alcuni voli tra l’Italia e la Slovacchia e tra l’Italia e. l’Ungheria a causa del divieto imposto il 9 marzo dal governo slovacco.

Romania
A causa dell’impatto del virus COVID-19, le autorità dello Stato Romeno hanno vietato tutti i voli da/per l’Italia fino a data da destinarsi.

Malta

Le autorità sanitarie maltesi hanno vietato tutti i voli da/per Milano e Milano Bergamo fino a data da destinarsi. Le autorità sanitarie di Malta prevedono che i passeggeri che si sono recati nei paesi colpiti dal virus entro 14 giorni dal loro arrivo a Malta si auto-isolino per 14 giorni a partire dalla loro partenza dalle zone colpite.

Grecia

Il governo greco ha vietato tutti i voli da/per il nord d’Italia fino a data da destinarsi.

Austria

Il ministro della Sanità austriaco ha vietato tutti i voli da/per l’Italia settentrionale fino a nuovo ordine.

Spagna
Il governo spagnolo ha vietato tutti i voli da/per l’Italia dalla di mercoledì 11 marzo fino alla del 25 marzo.

Marocco

Gli operatori di aeromobili in Marocco sono tenuti a comunicare al direttore dell’aeroporto marocchino, immediatamente dopo l’imbarco dei passeggeri, l’elenco di informazioni sui passeggeri compilato conformemente alle raccomandazioni IATA.

Rimborso per volo Ryanair cancellato per coronavirus

Per quanto riguarda i rimborsi e le richieste di riprenotazione, in caso di volo cancellato Ryanair avvisa i clienti via email ed SMS e offre la possibilità di richiedere il rimborso o riprenotare gratuitamente il volo e di usufruire dell’assistenza dovuta. Se non si riceve alcuna comunicazione il volo opererà normalmente.

I viaggiatori che hanno l’esigenza di rimpatriare possono ottenere un cambio gratuito per un volo Ryanair precedente a quello prenotato e operante fino alla mezzanotte di venerdì, 13 marzo. I clienti interessati da queste cancellazioni potranno scegliere tra un rimborso completo o un credito di viaggio che potrà essere riscattato sui voli Ryanair nei prossimi 12 mesi.

I rimborsi, informa l’azienda, sono disponibili da subito, ossia da quando si riceve l’avviso di volo cancellato. Per quanto riguarda i termini per modificare gratuitamente il viaggio, questa possibilità è prevista fino a 90 giorni dalla data originale del viaggio.

Visto che la situazione può cambiare ogni giorno, per restare aggiornati sullo stato del proprio volo e sapere cosa succederà ai voli Ryainar dopo l’8 aprile, basta visitare il sito qui.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Ryanair

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.