Roma, sciopero bus 24h venerdì 20 settembre: orari, fasce garantite e corse a rischio

Fiammetta Rubini

18 Settembre 2019 - 16:39

condividi

Sciopero mezzi venerdì 20 settembre: a Roma e nel Lazio corse bus a rischio per 24 ore. Le fasce di garanzia e le info utili.

Roma, sciopero bus 24h venerdì 20 settembre: orari, fasce garantite e corse a rischio

A Roma lo sciopero dei trasporti indetto per il 20 settembre farà passare un venerdì nero ai pendolari che raggiungono la capitale dalle altre città del Lazio. La protesta interesserà i bus Cotral e durerà 24 ore. Saranno comunque rispettate le fasce di garanzia. Ecco le cose da sapere sugli orari dello stop, inizio, durata e corse garantite.

Orari sciopero Cotral 20 settembre: fasce garantite

Lo sciopero di 24 ore dei bus Cotral a Roma e nel Lazio è stato annunciato dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal. Sul sito Cotralspa.it si legge che lo stop inizia alle 8.30 e dura fino a fine servizio. Dalle 17.00 alle 20.00 le corse saranno effettuate regolarmente per rispettare le fasce minime di garanzia del trasporto. Tutti gli autobus già partiti fino alle 8.30, orario di inizio dello sciopero, porteranno a compimento la corsa, così come le partenze dai capolinea alla ripresa del servizio.

Ti potrebbe interessare anche Metro B Roma: nuovi orari, tratte e date chiusura weekend

Sciopero bus Roma 20 settembre: i motivi della protesta

Alla base dello sciopero dei dipendenti Cotral di venerdì 20 settembre 2019, indetto dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal, vi sono diverse motivazioni. Come si legge nel comunicato diramato dai sindacati, si contesta “il mancato rispetto dell’art. 36 Ccnl in tema di verifica dei titoli di viaggio. In particolare la contestazione dell’Ordine di Servizio n. 30 del 07.06.2019 che prevede l’estensione della verifica dei titoli di viaggio su tutte le corse Cotral. Mancato rispetto degli accordi sottoscritti attraverso interpretazioni illegittime che hanno generato criticità irrisolte, nonostante sollecitazioni sindacali a tutti i livelli. Mancato rispetto di quanto concordato nell’ambito della commissione Percorrenze. Nell’esposizione del nuovo Piano industriale la comparazione con le altre Aziende prese in considerazione, non si tiene conto delle diverse politiche tariffarie adottate”.

Argomenti

# Roma