Rivoluzionare le telecomunicazioni con la Blockchain: la mission di BubbleTone

Il fondatore di BubbleTone Yury Morozov progetta di cambiare il mondo delle telecomunicazioni una blockchain alla volta.

Rivoluzionare le telecomunicazioni con la Blockchain: la mission di BubbleTone

Abbiamo incontrato Yury Morozov, fondatore e CEO di BubbleTone, la prima blockchain dedicata all’industria delle telecomunicazioni. Morozov ha oltre 20 anni di esperienza nel settore delle telecomunicazioni e può vantare una serie di business di successo. Per 16 anni è stato presidente del consiglio di amministrazione di CountryCom. Ha fondato recentemente BubbleTone con l’intenzione di rivoluzionare il panorama delle telecomunicazioni mobili in roaming.

Può farci una rapida panoramica su BubbleTone?

BubbleTone sta creando il primo sistema di blockchain per le telecomunicazioni, globale e decentralizzato, che consente agli utenti e ai fornitori di rete mobile di interagire in modo sicuro e diretto. L’idea centrale del progetto è lo sviluppo di una piattaforma di telecomunicazione globale in cui gli utenti possono acquistare pacchetti di servizi utilizzando la propria SIM card, ovunque si trovino nel mondo. Il nostro obiettivo è eliminare il roaming internazionale, che è inefficiente e costoso sia per gli utenti che per i provider.

La possibilità di conservare la scheda SIM ed eliminare le tariffe di roaming sembra certamente un’idea interessante. Come funziona il sistema che garantisce che ciò avvenga senza intoppi?

La nostra piattaforma è in fase di sviluppo per garantire un’esperienza perfetta per i clienti. Bisogna semplicemente scaricare l’app e registrarsi, questa riesce a verificare facilmente l’identità digitale dell’utente grazie al database del proprio operatore domestico attraverso delle procedure standard e protette del settore.

L’utente può quindi selezionare il piano voce e dati di cui ha bisogno offerto da un fornitore del Paese di destinazione del viaggio e acquistare il contratto tramite token, criptovalute o valute tradizionali. Una volta che l’utente paga per il servizio, viene generato uno smart contract basato su blockchain. Il profilo mobile dell’operatore estero sarà trasferito «over-the-air» sotto forma di chiavi crittografate alla SIM-card dell’utente, consentendo di chiamare e utilizzare Internet direttamente dall’operatore locale all’estero. Ciò significa che gli utenti possono accedere alle velocità LTE, basandosi direttamente sulla rete locale.

Riusciamo a capire perché i viaggiatori vorrebbero acquistare il servizio locale «over the air», ma questi tipi di transazioni sono effettivamente sicure per gli utenti?

La nostra tecnologia garantisce che i dati dell’utente non vengano mai trasferiti da nessuna parte, perché possono essere convalidati sulla blockchain dagli operatori di rete mobile stranieri nel paese di destinazione dell’utente. Il contratto intelligente garantisce inoltre che il costo imposto dall’operatore sia addebitato solo dopo che il contratto sarà completato, proteggendo così l’utente.

Sembra che la piattaforma risolva molti dei problemi che devono affrontare i clienti in roaming. Ma quali aspetti di BubbleTone pensa siano interessanti per i potenziali operatori mobili?

La nostra piattaforma elimina sostanzialmente la barriera d’ingresso applicata ai fornitori nel mercato. Gli operatori grandi e piccoli possono far parte facilmente della nostra piattaforma, in qualsiasi mercato. Anche i player più piccoli hanno l’opportunità di aumentare la propria base di iscritti e ottenere un nuovo canale di entrate attraverso l’ecosistema. I nostri potenziali partner nella telecomunicazione possono utilizzare gratuitamente la nostra piattaforma basata su Graphene e il codice sorgente è già disponibile su GitHub.

Dopo aver creato un account sulla piattaforma BubbleTone, gli operatori mobili possono utilizzare i modelli di contratto intelligenti forniti per pubblicare rapidamente le loro offerte sulla blockchain per permettere a tutti gli utenti di app di avrene accesso. Ciò significa che gli operatori possono portare gli utenti identificati in modo sicuro all’interno della propria rete tramite uno smart contract reciprocamente concordato e applicabile. L’avvento dei contratti intelligenti basati su blockchain eliminerà anche il problema del mancato pagamento dei servizi resi, una problematica notevole per l’industria.

Come pensa che la tecnologia blockchain riuscirà a trasformare l’industria delle telecomunicazioni?

Rivoluzionerà tutta l’industria. A livello di infrastruttura, il roaming mobile internazionale è inefficiente e obsoleto. È laborioso e costoso da installare e implementare per gli operatori e, cosa ancora più importante, è proibitivo per gli utenti: solo il 7% circa della popolazione mondiale può permettersi le tariffe di roaming applicate dagli operatori domestici. BubbleTone è un progetto globale, senza nessuna di queste restrizioni geografiche.

La voglia di cambiare il mondo c’è tutta. Ci può dire ’di più sugli obiettivi della sua azienda su questo fronte?

Vogliamo democratizzare l’industria delle telecomunicazioni a livello globale e crediamo che riusciremo a farlo dando spazio agli operatori di piccole e medie dimensioni. I paesi in via di sviluppo sono stati colpiti più duramente da quello che chiamo il «divario del roaming». I loro operatori locali pagano tariffe più elevate agli operatori delle telecomunicazioni principali del mondo perché questi mercati non sono considerati una fonte affidabile di profitto.

Essendo un operatore di medie dimensioni, conosciamo bene queste osservazioni e abbiamo voluto creare una piattaforma che includesse i player più piccoli. Con la piattaforma blockchain sviluppata da BubbleTone, gli operatori mobili e gli utenti finali si collegheranno direttamente ai prezzi del luogo durante il loro viaggio. Gli operatori possono espandere la propria base di iscritti senza investimenti aggiuntivi, mentre gli utenti godranno di servizi mobili di alta qualità a tariffe locali vantaggiose.

Quali altri servizi potrebbero offrire BubbleTone?

Prevediamo un uso più ampio della blockchain nelle telecomunicazioni. Ad esempio, per garantire l’autenticazione sicura e conveniente sulla blockchain di BubbleTone introduciamo soluzioni pionieristiche per la gestione dell’ID digitale. Praticamente qualsiasi servizio a valore aggiunto online, ad esempio i servizi di musica digitale o di cloud storage, può essere venduto attraverso la blockchain di BubbleTone dai fornitori di servizi agli abbonati mobili ovunque nel mondo.

Al momento stiamo entrando nelle fasi finali della sua ICO, quali saranno i prossimi passi per l’azienda?

Stiamo lavorando ad un aggiornamento abbastanza impegnativo del messenger di BubbleTone, che presto collegheremo alla nostra piattaforma blockchain. Stiamo anche incorporando strumenti di votazione per gli utenti. Presenteremo l’integrazione sulla app con la blockchain durante il Mobile World Congress di Barcellona a fine febbraio 2018.

Ha scelto di collaborare con ICOBox per un sostegno alla gestione dell’ICO del vostro Universal Mobile Token (UMT). Com’è stata questa esperienza?

Le soluzioni SaaS di ICOBox hanno reso i preparativi della nostra ICO molto più rapidi e semplici. Riteniamo di abbia apportato al progetto competenze tecniche, legali e di marketing di vitale importanza.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Settore telecomunicazioni

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

Trimestrale Fox da urlo, l’utile raddoppia: ora Murdoch punta a Sky

Trimestrale Fox da urlo, l'utile raddoppia: ora Murdoch punta a Sky

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

Vodafone fa +3,6% sull’interesse del fondo Elliot

Vodafone fa +3,6% sull'interesse del fondo Elliot

Commenta

Condividi

Francesca Caiazzo -

Vodafone: pressione competitiva in Italia e Spagna rallenta la crescita

Vodafone: pressione competitiva in Italia e Spagna rallenta la crescita

Commenta

Condividi