Riscatto servizio militare: non per periodi già coperti da contribuzione

Lorenzo Rubini

10 Dicembre 2020 - 12:28

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il riscatto del servizio militare può essere molto importante per raggiungere prima la pensione, ma non sempre è possibile.

Riscatto servizio militare: non per periodi già coperti da contribuzione

Il riscatto del servizio militare serve a valorizzare, ai fini previdenziali, l’anno dedicato alla leva obbligatoria. In questo modo, il lavoratore può aggiungere un anno in più, sia ai fini del diritto che ai fini del calcolo della pensione, al proprio numero di contributi versati.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, sono nato nel 1957. A giugno del 78 mi sono iscritto come artigiano e l ’ INPS mi a mandato i contributi che ho regolarmente pagato. Ora nello stesso anno sono stato chiamato al servizio militare. Quando ho chiesto il riscatto dei contributi figurativi mi hanno risposto che avendo pagato io per quello anno i contributi del ministero della difesa non possono essere inseriti. Ho 63 e 42 anni di contributi miei.
Quando posso andare in pensione? Il riscatto del militare e importante ai fini del calcolo?”

Riscatto servizio militare e contributi figurativi

L’accredito dei contributi figurativi del periodo di servizio militare obbligatorio è ottenibile solo nel caso che il periodo in questione sia scoperto da contribuzione obbligatoria. Se il periodo, come nel suo caso, è già utile ai fini della pensione l’accredito non viene effettuato.

Quello che le hanno risposto, quindi, risponde al vero e se ha versato i contributi come artigiano non possono essere accreditati, per lo stesso periodo, i contributi figurativi per il riscatto del servizio militare.

Avendo 63 anni di età e 42 anni di contributi, poi, potrà accedere alla pensione anticipata fra circa un anno, visto che, al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi dovrà aggiungere anche la finestra di attesa di 3 mesi per la decorrenza del trattamento previdenziale.

Può, indicativamente andare in pensione tra la fine del 2021 ed i primi mesi del 2022.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories