Riscatto servizio militare dopo la pensione: aumenta l’importo?

Lorenzo Rubini

12 Febbraio 2021 - 13:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Richiedere il riscatto del servizio militare dopo il pensionamento è possibile, scopriamo se aumenta l’importo spettante.

Riscatto servizio militare dopo la pensione: aumenta l'importo?

Il riscatto dell’anno dedicato al servizio di leva obbligatorio può essere richiesto anche dopo il pensionamento. Tale riscatto, gratuito, fornisce contributi figurativi validi sia alla misura che al diritto della pensione.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Sono un pensionato che ha lavorato come dipendente pubblico negli enti locali e mi sono stati riconosciuti 41 anni, 3 mesi e 12 giorni di contributi. Ho inoltre prestato per un anno il servizio militare. Quest’ultimo periodo mi dovrà essere riconosciuto ai fini pensionistici o sono solo a carattere figurativo? Grazie”

Riscatto servizio militare

Il riscatto del servizio militare, come si legge chiaramente nel sito dell’INPS, può essere richiesto in qualsiasi momento della vita e se richiesto dopo il pensionamento determina un ricalcolo della pensione percepita (con la determinazione anche di eventuali arretrati spettanti).

Come abbiamo scritto sopra, in ogni caso, i contributi figurativi spettanti con il riscatto del servizio militare, sono validi sia per il diritto (il raggiungimento dei requisiti contributivi di pensionamento) che per la misura (il calcolo vero e proprio dell’assegno) della pensione. Per rispondere alla sua domanda, quindi, tali contributivi influiscono sulla determinazione dell’assegno pensionistico.

Collocandosi, nella maggior parte dei casi, i contributi figurativi derivanti dal riscatto prima del 1996, però, potrebbero costituite un danno più che un’agevolazione per chi ricade nel contributivo puro (ed ha, quindi, tutti i contributi versati a partire dal 1996) facendo perdere le agevolazioni che tale calcolo comporta.

Il riscatto del servizio militare, poi, potrebbe essere difficoltoso per chi ha l’intera contribuzione versata, ad esempio, nella gestione degli artigiani e dei commercianti o se il richiedente ha tutta la contribuzione versata nella gestione dei dipendenti pubblici, visto che il riscatto del militare viene accreditato nel Fondo per i lavoratori dipendenti del settore privato, la contribuzione figurativa potrebbe non essere presa in considerazione.

In questo caso, prima di chiedere la ricostituzione della pensione, quindi, è necessario anche richiedere il trasferimenti della contribuzione nella gestione previdenziale di riferimento.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories