;

Rinnovo contratti statali: nuove risorse con Legge di Bilancio 2018 per aumento stipendi?

icon calendar icon person
Rinnovo contratti statali: nuove risorse con Legge di Bilancio 2018 per aumento stipendi?

Per il rinnovo dei contratti statali il Governo dovrà reperire circa 1,5 miliardi di euro nella prossima Legge di Stabilità per garantire aumento degli stipendi.

Il rinnovo dei contratti degli statali entra nel vivo delle trattative.

Sono più di tre milioni i dipendenti pubblici che attendono notizie dall’esecutivo sull’aumento degli stipendi.

Sulla base dell’accordo siglato lo scorso novembre con le parti sociali, infatti, l’esecutivo si è impegnato a garantire un aumento medio degli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione di circa 85 euro mensili.

Allo stato attuale delle cose, tuttavia, le risorse stanziate per il rinnovo dei contratti degli statali sono insufficienti: mancano all’appello circa 1,5/1,6 miliardi di euro che il Governo dovrà reperire con la prossima Legge di Stabilità per mantenere la parola data. Senza l’investimento di ulteriori risorse, infatti, gli aumenti di stipendio rischiano di attestarsi intorno ai 36/37 euro mensili, cifra ben lontana da quella promessa alle parti sociali.

Rinnovo contratti statali: aumenti di stipendio di 85 euro, premiati stipendi bassi

A causa della difficoltà nel reperimento delle risorse necessarie a garantire a tutti un aumento degli stipendi medio di 85 euro mensili, inizialmente il Governo starebbe pensando ad attuare il meccanismo della piramide rovesciata che consisterebbe nel riconoscere aumenti più consistenti ai dipendenti pubblici che hanno una retribuzione più bassa e, viceversa, nell’essere meno generosi con chi guadagna di più.

In questo modo verrebbe comunque garantito a tutti i dipendenti pubblici un aumento degli stipendi, calibrando però le risorse a disposizione in modo tale da garantire a chi percepisce retribuzioni inferiori un aiuto maggiore.

Il tema dell’aumento degli stipendi, nell’ambito del rinnovo del contratto degli statali, è molto sentito dai dipendenti pubblici: da otto anni, infatti, a causa del blocco dei contratti non ci sono stati adeguamenti salariali.

Rinnovo contratti statali: bonus 80 euro, nodo da risolvere

Tra i nodi da risolvere dal Governo, oltre al reperimento delle risorse mancanti per far fronte al rinnovo dei contratti degli statali, c’è anche quello relativo al bonus di 80 euro.

A causa dell’aumento degli stipendi, infatti, sono diversi i dipendenti pubblici che rischiano di perdere il bonus Renzi per aver superato i limiti di reddito: in questo modo l’aumento di retribuzione stanziato dal Governo diventerebbe del tutto inutile, perché annullato dalla perdita del bonus di 80 euro.

Un punto, questo, su cui il Governo sta lavorando per trovare una soluzione.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Rinnovo contratti statali

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]