Rimborso pensioni INPS: dal 3 agosto 500 euro in più per 3.7 milioni di pensionati

Dal tre agosto scatta il rimborso delle pensioni INPS. I pensionati coinvolti sono 3.7 milioni, e riceveranno 500 euro in più una tantum. Ecco i dettagli della circolare INPS e le percentuali per fascia di reddito.

Il Senato ha detto Sì al ddl di conversione del decreto pensioni con 145 sì, 97 no, un astenuto. Dal 3 agosto potrà partire la rivalutazione automatica sulle pensioni che hanno un importo da tre a sei volte superiore al minimo INPS, per gli anni 2012 e 2013. A essere rimborsati saranno 3.7 milioni di pensionati e riceveranno circa 500 euro in più una tantum.

Con la circolare che rende reale il rimborso delle pensioni, sono state stabilite le percentuali relative alle diverse fasce di reddito.

Pensioni: gestione separata dei rimborsi per gli anni precedenti
Il rimborso per gli anni precedenti al 2012 e al 2013 verrà gestito separatamente per evitare che ci sia cumulo con il reddito complessivo di un determinato anno e quelli prodotti precedentemente, che non sono sottoposti a tassazione progressiva.

Rimborso delle pensioni anche per gli eredi
Il rimborso è previsto anche qualora il pensionato dovesse essere deceduto. In questo caso sono gli eredi a poter fare domanda per riscuotere gli importi a cui i genitori avrebbero avuto diritto.

Pensioni: rimborso in base alle fasce
Per gli anni 2012 e 2013, i pensionati con importi fino a tre volte il minimo INPS riceveranno un rimborso pari al 100%.
Si abbassa fino al 40% nei casi di assegni superiori a tre volte, e fino a quattro volte, il minimo.
Per gli importi che vanno da quattro a cinque volte il minimo è previsto un rimborso del 20%, che si abbassa al 10% per le somme da cinque a sei volte superiori al minimo INPS. Chi ha pensioni superiori a sei volte il minimo non hanno diritto ad alcun rimborso.

Per gli anni 2014 e 2015, il rimborso sarà pari al 20% rispetto alle percentuali assegnate a ogni fascia per gli anni 2012 e 2013.

Rimborso delle pensioni: le cifre
Le pensioni superiori a tre volte e pari o inferiori a quattro volte il minimo INPS - fino a un massimo di 1.500 euro - avranno una rivalutazione complessiva di 796.27 euro: 210.6 euro per il 2012 e 447.2 per il 2013.
Per gli anni 2014 e 2015, il rimborso ammonterà a 89.96 euro e 48.51 euro.

Proroga per la presentazione del 730: rimborso a scaglioni
Il pagamento delle pensioni avverrà ogni primo del mese, a prescindere dalla gestione previdenziale a cui si fa capo, Il rimborso però - dato che verrà calcolato anche in base alla dichiarazione dei redditi 2015 - verrà scaglionato a causa della proroga per la presentazione del 730. Solamente coloro i quali hanno inviato il modello 730 entro il 30 giugno scorso avranno diritto al rimborso ad agosto, i ritardatari lo riceveranno a settembre.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

2 commenti

foto profilo

DANIELA • Agosto 2015

scusate della mia ignoranza in materia ,ma mia madre che percepisce una pensione di € 984. inclusa la reversibilità non rientra nella fascia del rimborso? ce’ qualcuno che mi puo’ dare una risposta, grazie!

foto profilo

ANNA MARIA FEI • Agosto 2015

I famosi «500 EURO» sono netti o lordi? Saranno erogati solo ad agosto o anche dopo? La cifra per le pensioni di 1500 euro lordi mensili può essere inferiore a 500 euro? Mia madre, infatti, oggi ha riscosso solo 250 euro in più. Perchè?

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.