La banca che ha scelto un 29enne come direttore finanziario

13 Maggio 2021 - 10:08

condividi

Laureato a Yale, Mikko Salovaara è entrato come CFO di Revolut a gennaio di quest’anno, dopo esperienze nel private equity e nel settore dei beni al consumo.

La banca che ha scelto un 29enne come direttore finanziario

Revolut, la principale società fintech del Regno Unito e tra le più preziose d’Europa, ha nominato un nuovo CFO (Chief Finance Officer). Si tratta di Mikko Salovaara, 29 anni, entrato nella lista dei 30 under 30 di Forbes nella categoria Finance.

Salovaara guiderà le finanze del gruppo, essendo entrato in azienda a gennaio, riporta Sifted.

Revolut cercava un nuovo direttore finanziario dopo che David Maclean a marzo dell’anno scorso ha lasciato l’incarico dopo soli sei mesi “per motivi personali” ed è stato sostituito dal nuovo CFO ad interim Bill Rattray, ex CFO di Standard Life Aberdeen.

Chi è Mikko Salovaara, nuovo CFO di Revolut

Salovaara è entrato in Revolut a gennaio 2021 come vicepresidente finanziario prima di promuoverlo a CFO il mese scorso dopo l’approvazione del CdA, e ora guiderà il team finanziario della società composto da circa 100 persone.

Il 29enne, laureato a Yale, si è fatto le ossa nel private equity; investitore di 3G Capital e Elliott Advisors, vanta un’esperienza come CFO regionale in Kraft Heinz Company, dove è stato per 3 anni lavorando tra Cina, Singapore e Stati Uniti.

La nomina di un CFO così giovane rappresenta per Revolut un allontanamento dalla recente strategia di assumere persone più anziane ed esperte per i ruoli dirigenziali

Come riporta Sifted, che ha dato la notizia in anteprima, Mikko avrà ora il compito di aiutare Revolut a raggiungere una redditività a lungo termine, dopo le perdite degli ultimi 6 anni. Non si esclude che il giovane manager avrà un ruolo chiave anche nel prossimo round di finanziamento porterà l’app di digital banking a una valutazione tra i 10 e i 15 miliardi di sterline. Secondo le fonti nell’operazione Revolut sarà supportata da FT Partners.

La crescita di Revolut

Dalla sua fondazione nel 2015 Revolut ha registrato una rapida crescita. Grazie a un round di finanziamento chiuso a inizio 2020 che ha più che triplicato il suo valore, è diventata la società fintech privata che vale di più in Europa. Nel 2019 è stata eletta da LinkedIn come la migliore startup inglese in cui lavorare.

Oggi ha più di 15 milioni di clienti in tutto il mondo, opera in oltre 30 mercati e nel 2020 ha gestito un volume di transazioni di oltre 60 miliardi £.

La superapp finanziaria offre una serie di servizi bancari digitali, tra cui una carta di debito prepagata, servizio di cambio valuta, pagamenti mobile e servizi bancari, compravendita di criptovalute e pagamenti peer-to-peer.

Argomenti

# Banche

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Iscriviti a Money.it

Money Stories