Rating Italia: S&P conferma giudizio BBB

Il giudizio da parte della società di rating Standard & Poor’s è giunto a chiusura del mercato Americano. Viene confermato il rating di tripla BBB con un outlook negativo a lungo termine

Rating Italia: S&P conferma giudizio BBB

La giornata di oggi è stata condizionata dall’ansia delle notizie del giudizio di Standard & Poor’s sull’Italia arrivato finalmente alle 22.00 in chiusura del mercato di Wall Street. Il giudizio rimane invariato con la conferma del rating a tripla BBB e un outlook negativo a lungo termine. Il timore di un abbassamento del rating per adesso è stato scongiurato ma la situazione non appare positiva. Oggi il BTP-Bund è di nuovo salito toccando i 270 punti anche se poi ha chiuso a 261.

Il giudizio di Standard&Poor’s

L’attesa di oggi sembrava non finire mai. Quando alle 22.15 è stato dichiarato che Standard & Poor’s ha confermato il rating delle tre BBB, gli analisti per un secondo hanno potuto prendere fiato. L’outlook continua a essere negativo, ma le agenzie di rating sembrano per adesso attendere, osservando le situazioni che si stando evolvendo in Italia, ma la situazione non è affatto positiva.
Nel lungo periodo il rating rimane negativo e S&P ha sottolineato come l’inversione sul fronte delle riforme ha spinto l’economia in recessione. Inoltre viene specificato come i rischi per la posizione fiscale dell’Italia stanno crescendo. Le stime di crescita sono ridotte. Per il 2019 le previsioni del PIL saranno solo dello 0,1% rispetto allo 0,7% previsto. Per il 2020 invece la previsione di crescita è dello 0,6% contro lo 0,9% precedente. Inoltre si è valutato un aumento del debito pubblico con un incremento fino al 132.7%.

La situazione presente dello spread

Il downgrade dalle tre BBB ai livelli inferiori avrebbe portato delle situazioni molto negative, considerando i Btp al livello di titoli spazzatura.
Le situazioni politiche e i contrasti all’interno del governo, oltre ovviamente alle iniziative economiche che non sembrano efficaci, non hanno portato a un miglioramento del giudizio. Negli ultimi giorni lo spread Btp-Bund è tornato a salire. Questo valore è molto importante dato che è un indice della salute della nostra economia in rapporto agli altri paesi e in particolare dell’affidabilità dei nostri debiti. Infatti lo spread viene tradotto come il differenziale tra il rendimento dei titoli di stato italiani e quello tedeschi e con lo specifico il rendimento dei nostri buoni del tesoro a 10 anni e quello offerto dal corrispettivo tedesco ovvero il bund. Uno spread alto indica un alto fattore rischio per un Paese.

L’importanza delle agenzie di rating

L’ansia che ha caratterizzato l’intera giornata è dovuta all’importanza che hanno nel sistema economico le agenzie di rating. Le tre più importanti come Standard & Poor’s, Moody’s e Fitch Rating possono influenzare in maniera molto significativa il giudizio economico che viene dato su un paese, un’impresa o un asset. Infatti sono prese in molta considerazione ancora oggi anche dopo gli scandali e le mega multe pagate per aver gonfiato le valutazioni dei titoli subprime. L’Italia per la situazione economica e politica è stata nel loro mirino nei mesi precedenti anche se lo scorso 15 marzo Moody’s aveva lasciato invariato il giudizio. Per adesso la situazione rimane stabile.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.