Quota 96: niente pensione, il Governo si arrende ed è pronto a stralciare l’emendamento. Cosa sta succedendo in Senato?

Quota 96, niente pensione per quest’anno. Nel passaggio definitivo al Senato, infatti, il Governo si arrende alla Ragioneria dello Stato e si prepara a stralciare l’emendamento che avrebbe consentito il pensionamento di 4 mila docenti secondo i requisiti pre Fornero.

Quota 96, che ci fosse un problema di coperture finanziarie noi lo raccontavamo già da tempo. In molti, però, confidavano che il Governo portasse avanti con determinazione quanto stabilito nei giorni scorsi con il decreto Pubblica Amministrazione, approvato dalla Camera dei Deputati, e che aveva allestito un’apposita norma a salvaguardia di questi docenti.

E’ notizia di stamattina, invece, che i lavori della Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama hanno avuto un esito particolarmente infausto: ci saranno 4 emendamenti soppressivi a firma governativa, volti a eliminare dal testo non solo la norma prevista per i cosiddetti Quota 96, ma anche il pensionamento d’ufficio a 68 anni per i docenti universitari, l’incremento delle pensioni di reversibilità a favore degli invalidi vittime del terrorismo e la cancellazione delle penalizzazioni per l’accesso anticipato alla pensione introdotte dalla legge Fornero. A comunicarlo è stato direttamente il ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, e la notizia in questi minuti sta rimbalzano sulle principali agenzie di stampa.

La vittoria dei “tecnici”

Ovviamente, le problematiche riscontrate sono prettamente economiche: il lavoro portato avanti anche nel week end per trovare adeguate coperture che convincessero la Ragioneria di Stato si è rivelato inutile. Il braccio di ferro tra Governo, tecnici del Ministero dell’Economia e commissione Bilancio del Senato si è risolto con un dietrofront dell’esecutivo per certi versi annunciato, ma per altri alquanto sorprendente.

La delusione per i Quota 96

Al di là di tutto, infatti, sembrava che ci fosse l’intenzione di individuare una soluzione per gli insegnanti Quota 96, anche in considerazione del fatto che la misura chiaramente più onerosa all’interno del decreto non era quella in loro favore, quanto piuttosto la norma per il pensionamento per i docenti universitari (definita dal quotidiano economico Il Sole 24 ore “completamente scoperta”) o quella per la cancellazione delle penalizzazioni introdotte dalla Fornero, i cui oneri, secondo la Ragioneria dello Stato, sono stati sottostimati dalla Camera.

In ogni caso, è l’ennesima brutta pagina di una vicenda che si trascina ormai da anni, e che – al di là dei proclami del politico di turno – non sembra riuscire a trovare una soluzione.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Argomenti:

Quota 96

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.