Quanto costa una Tesla? - Se la Tesla Model 3 è l’auto elettrica più venduta al mondo e nel mese di settembre ha superato la Renault Zoe per numero di nuove immatricolazioni in Italia, toccando quota 880, ci sarà un motivo.

Ma quanto costa una Tesla? Dipende, appunto, dal modello. La Tesla Model 3 è quella che parte dal prezzo di listino più basso rispetto alle altre e, grazie a questo, consente agli acquirenti italiani di sfruttare l’ecobonus che in alcune regioni, come il Piemonte, può persino superare i 20 mila euro, cumulando gli incentivi statali con quelli locali.

Tesla Model 3: quanto costa?
La Tesla Model 3 ha un costo base di 49.500 euro, sotto dunque i 60 mila che lo Stato ha stabilito come quota massima per usufruire degli incentivi. Certo, siamo leggermente oltre le cifre che avrebbero, secondo il proprietario dell’azienda Elon Musk, portato l’auto statunitense nel mercato di massa, ma neppure troppo lontani, come testimoniano i dati di vendita.

Tenendo conto, come detto, che in Italia si può arrivare a uno sconto complessivo di 20 mila euro, la cifra si abbassa intorno ai 30 mila, esattamente quella indicata nel 2016 dallo stesso Elon Musk nel momento del lancio del progetto negli Stati Uniti. Ovviamente, non è così ovunque, perché non tutte le regioni offrono incentivi di quella portata o magari non ne offrono affatto, e magari perché non tutti hanno un’auto da rottamare, condizione indispensabile per ottenere un surplus nel bonus. In ogni caso, anche in presenza del solo incentivo statale, il risparmio può raggiungere i 10.440 euro facendo precipitare il prezzo di partenza a circa 39.000 euro.

Costo della Tesla Model 3: standard range e Dual Motor, differenze


La Tesla Model 3 è disponibile in tre versioni: Standard Range Plus, Long Range e Performance. In termini di prezzo la differenza tra la prima, che ha un singolo motore a trazione posteriore, e le altre due, a trazione integrale Dual Motor (cioè due motori), si traduce per la Long Range in poco più di 8 mila euro, considerando sempre l’allestimento base, che parte da 57.920 euro, mentre per la Performance si supera quota 60 mila arrivando a 64.590. Ovviamente a una differenza di prezzo corrisponde una differenza di prestazioni: l’autonomia della Standard Range è pari a 409 km, con una velocità massima di 225 km/h e un’accelerazione 0-100 km/h di 5,6 secondi.

Numeri sicuramente di alto livello paragonati a quelli delle hybrid o delle elettriche più economiche, ma in ogni caso inferiori a quelli delle sue “cugine” Tesla: la Long Range ha un’autonomia di 560 km, velocità massima di 233 km/h e accelerazione 0-100 di 4,6, mentre la Perfromance ha un’autonomia più bassa (530), ma velocità massima (539) e soprattutto accelerazione (3,4) superiori. Non è tutto: gli interni della Standard sono proposti, nella versione base, in Partial Premium, quelli della Long Range e della Performance sono interni Premium. Significa impianto audio migliore con 14 altoparlanti, fendinebbia a Led, sedili posteriori riscaldabili, tappetini interni e un anno di Premium Connectivity con mappe satellitari, contenuti multimediali e musica in streaming via Internet.

Tutti, in ogni caso, prevedono console centrale con portaoggetti, quattro porte Usb e base per due smartphone, tetto in vetro oscurato con protezione dai raggi UV e infrarossi, specchietti laterali riscaldati e ripiegabili elettronicamente, musica e contenuti multimediali tramite Bluetooth e profili di guida personalizzati.

Quel che più conta, però, è l’autopilot, presente in tutte le varianti: altro non è che un sistema software di guida assistita con l’ausilio di un radar, otto telecamere e 12 sensori ad ultrasuoni: non significa che potete pure addormentarvi alla guida, ma l’auto saprà accelerare, frenare e mantenere la distanza di sicurezza in base al traffico rilevato, nonché mantenere il veicolo al centro della propria corsia. Un’auto esemplare? Non completamente: lo schermo complesso non la rende alla portata di tutti e in alcuni casi è obbligatorio utilizzarlo, gli interni Partial Premium non sono soddisfacenti in base ad alcune recensioni.

Quanto costano Tesla Model S, Model X e Model Y


Prezzo e prestazioni salgono sempre di più se analizziamo gli altri modelli che mette a disposizione la Tesla. La Model S va dagli 83.990 euro della Long Range ai 140.990 del Plaid (la vettura più costosa) con Trimotor a trazione integrale (che raggiunge i 320 km/h!), passando per i 100.990 della Performance. E qui, ovviamente, scordatevi sconti o incentivi: la Tesla, oltretutto, non pratica sconti all’acquisto, con l’unica eccezione della Model 3.

La Model X ha solo due versioni: Long Range da 89.990 e Performance da 106.990. Con la Model Y, la più recente che comincerà a essere prodotta nel 2021 ma si può già ordinare, il prezzo cala: 63.000 e 71.000 per le due versioni Dual Motor con autonomie tra i 480 e i 505 chilometri e un’accelerazione 0-100 km/h che nel caso della Performance tocca i 3,7 secondi. E qualche critica, per problemi di assemblaggio e di qualità, l’ha già ricevuta negli Stati Uniti.