Quando ereditano i nipoti?

Anche i nipoti del defunto fanno parte dell’asse ereditario. La legge stabilisce quando e in che quantità hanno diritto all’eredità con e senza testamento. Ecco i dettagli.

Quando ereditano i nipoti?

I nipoti hanno diritto all’eredità? Se sì quando ereditano? Dopo la morte di un parente è lecito farsi queste domande. Sappiamo che qualora il defunto abbia scritto un testamento prima di morire l’eredità viene ripartita secondo la sua volontà, invece se il testamento manca il notaio segue le regole della successione legittima: è il Codice civile a stabilire chi e in che percentuale ha diritto all’eredità.

In questo articolo vedremo in quali casi ereditano i nipoti e quali quote spettano loro, sia quando il defunto ha lasciato un testamento sia nel caso in cui invece quest’ultimo non l’abbia fatto.

In presenza di testamento quando ereditano i nipoti?

La legge italiana prevede che i familiari che possono usufruire dell’eredità del defunto sono il coniuge, i figli e gli ascendenti (nel caso in cui manchino i figli) poi i collaterali (fratelli, sorelle e nipoti) e agli altri parenti in quest’ordine (ex articolo 565 del Codice civile).

Dunque se il de cuius decidesse nel testamento di lasciare parte della sua eredità ai nipoti questi ultimi hanno il diritto a succedere in una quota percentuale del patrimonio. Ciò non toglie che gli altri eredi, nello specifico coniuge e figli, possano impugnare il testamento dinanzi al giudice se ritengono che sia stata lesa la loro quota legittima, cioè quella parte di eredità che spetta loro di diritto a prescindere dalla volontà del testatore.

Se il giudice accerta che la divisione dell’eredità non rispetta le indicazioni di legge i nipoti potrebbero comunque rimanere all’asciutto.

Eredità ai nipoti senza testamento

Le cose cambiano quando il defunto non ha lasciato alcuna indicazione testamentaria. In tal caso i nipoti ereditano solo a particolari condizioni.

Se muore un nonno o una nonna i nipoti avranno diritto a succedere solo se il proprio genitore è morto prima del decesso del nonno. Inoltre se il coniuge del nonno/a fosse ancora vivo a quest’ultimo spetterebbe metà dell’eredità del defunto, mentre l’altra metà sarebbe ripartita tra i nipoti. Nel caso in cui invece sia morto anche il coniuge del nonno o della nonna e anche i figli del defunto fossero già deceduti l’eredità spetterà interamente al nipote.

Nell’ipotesi in cui invece muoia una zia o uno zio senza che abbiano scritto un testamento il nipote potrà ereditare solo se il proprio genitore è già defunto o se la zia o lo zio in questione non aveva coniuge o figli.

Argomenti:

Eredità Legge

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories