Prove di reddito di cittadinanza: in Puglia via al reddito di dignità

Il Governatore della Puglia Michele Emiliano ha proposto ufficialmente il reddito di dignità: una prova in salsa pugliese del reddito di cittadinanza. Gelo di Renzi e del PD.

Il reddito di cittadinanza non è un sogno del solo M5S: in Puglia il Governatore Michele Emiliano ha proposto il reddito di dignità (RED).
Di cosa si tratta? Il reddito di dignità pugliese è una sorta di reddito di cittadinanza «regionale» che consente di fruire di un assegno di 600 euro mensili per 12 mesi (rinnovabile previa verifica delle autorità competenti).

Ecco i dettagli della proposta del Governatore pugliese e le reazioni politiche.

Cos’è il reddito di dignità?

Cos’è il reddito di dignità (RED)? Il reddito di dignità è una prestazione a sostegno del reddito proposta dal Governatore della Puglia: si tratta di un assegno da 600 euro mensili con durata di 12 mesi, rinnovabile se sussistono particolari condizioni da verificare da parte delle autorità competenti.
Attualmente il reddito di dignità è al vaglio della giunta pugliese; successivamente verrà trasmesso al Consiglio regionale.
Il Governatore pugliese Michele Emiliano ha già dichiarato di voler proporre il progetto del reddito di dignità all’INPS di Tito Boeri.
L’obiettivo è quello di confrontare l’idea di reddito di dignità della Puglia con quella dell’INPS di Boeri, bocciata nelle ultime settimane dal Governo Renzi.

Reddito di dignità, scontro Renzi-Emiliano

La proposta di reddito di dignità del Governatore della Puglia Michele Emiliano stride con le recenti prese di posizione del premier e segretario PD Matteo Renzi.
Quest’ultimo, nel corso del question time alla Camera dei deputati dello scorso 30 settembre, ha bocciato nettamente la misura del reddito di cittadinanza made in M5S definendola «populista e inefficace, anche perché per combattere la povertà serve il lavoro».
A poco più di un mese, quindi, Renzi vede sorgere nuovamente la questione reddito di cittadinanza, questa volta però all’interno del proprio partito.
Inoltre, il Governatore Emiliano , pezzo da novanta del partito in Puglia e al Sud in generale, non manca occasione per evidenziare la propria distanza politica dal Governo Renzi.

Reddito di dignità: il precedente di Emiliano da sindaco di Bari

Il Governatore Michele Emiliano non è nuovo ad iniziative di questo tipo.
Da sindaco di Bari, Emiliano aveva introdotto un provvedimento assai simile all’odierno reddito di dignità.
Nell’applicazione pratica del provvedimento, tuttavia, qualcosa non è andato come doveva. In particolare, diversi cittadini hanno eluso la normativa comunale, riuscendo ad ottenere l’assegno di 400 euro senza fornire la prestazione lavorativa prevista dall’accordo.
Proprio per questo, uno dei punti più delicati della proposta di Emiliano sarà quello di creare degli strumenti idonei ad accertare effettivamente il reale possesso dei requisiti previsti per la concessione del beneficio.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.