Programmi editor foto gratuiti

Un elenco dei migliori programmi editor foto per modificare gratis online le immagini da condividere sui social.

Programmi editor foto gratuiti

L’immagine esteriore ha sempre avuto un peso importante per l’essere umano, un’attitudine consolidata dopo l’esplosione dei social network come Facebook e Instagram. L’esigenza di apparire meglio degli altri alimenta giorno dopo giorno il successo dei programmi di editing, con cui è possibile modificare le foto a proprio piacimento, rendendole in genere migliori rispetto all’originale.

Fino a qualche anno fa era impensabile riuscire ad apportare modifiche professionali alle immagini direttamente dal cellulare, mentre oggi è naturale pensare alle app in grado di apportare cambiamenti significativi su ciascun file salvato nella memoria interna del dispositivo mobile. Per la stragrande maggioranza delle persone, i programmi di editor foto gratuiti sono più che sufficienti per portare a termine le modifiche desiderate, senza dunque il bisogno di scomodare un gigante come Photoshop.

Di seguito elencheremo i migliori programmi di editor foto disponibili su computer e smartphone, indipendentemente dal sistema operativo (Windows, macOS, Android e iOS). Per ciascuno di loro illustreremo una dettagliata spiegazione, prendendo in esame l’intera procedura (dall’installazione fino al salvataggio delle modifiche apportate all’immagine). La nostra scelta si basa principalmente sulla facilità d’uso del programma e sulla qualità della foto dopo la personalizzazione.

Programmi editor foto per computer

Il possesso di un PC Windows o di un Mac è indifferente, se si guarda al risultato finale che si può ottenere con l’uso di questo o quell’altro software. Ecco quali sono i migliori programmi editor foto per computer.

IrfanView (Windows)

Irfanview è uno dei programmi per modificare le foto su computer più popolari tra gli utenti. Supporta tutte le più recenti versioni del sistema operativo Windows (XP, Vista, 7, 8 e 10), ha un peso di soli 3 MB e non presenta alcun annuncio pubblicitario al suo interno. A questo link è disponibile il download del file d’installazione per chi ha un sistema operativo a 64-bit (il più recente). Una volta che ci si è collegati scorrere verso il basso, individuare la sezione Available 64-bit downloads e cliccare sul link Download IrfanView-64 English.

Nella nuova schermata che si apre pigiare sul bottone verde Download Now e fare clic sul tasto Esegui per avviare il download del file eseguibile. A operazione completata avviamo l’installazione cliccando sui seguenti tasti: Avanti, Avanti, Avanti, Avanti, Done.

Importante: se durante la procedura di installazione compare una schermata di errore dopo il quarto Avanti consecutivo bisogna creare una cartella, che corrisponda esattamente al percorso individuato in automatico dal programma.

Al primo avvio, IrfanView propone una schermata nera e una barra degli strumenti posizionata in alto a sinistra. Non vi è traccia di alcun annuncio pubblicitario. Per iniziare a editare una foto presente nella memoria interna del computer bisogna cliccare sulla scheda File, quindi sull’opzione Open, così da scegliere l’immagine dalla cartella desiderata (doppio clic sulla foto o un clic sul tasto Apri per il caricamento).

Gli strumenti più importanti per la modifica dell’immagine sono inseriti nei menu a tendina rispettivamente della scheda Edit e Image. Tramite la funzione Create maximized selection (ratio:), presente in Edit, si può ad esempio scegliere la proporzione da assegnare, oppure con l’opzione Insert overlay/watermark image si ha l’opportunità di aggiungere il copyright.

All’interno della scheda Image possiamo scegliere tra innumerevoli funzioni, tra cui diminuire o aumentare la profondità di colore, incluso il classico bianco e nero (Increase/Decrease Color Depth), correggere il bilanciamento dei colori manualmente (Color Corrections) o in modo automatico (Auto-adjust colors), aggiungere effetti (Effects) e perfino ottenere il negativo dell’immagine (Negative).

A lavoro completato, per salvare le modifiche bisogna cliccare sul tasto File, selezionare l’opzione Save as, scegliere la cartella di destinazione e il nome del file, infine pigiare sul bottone Salva.

Foto (Mac)

Gli utenti che possiedono un Mac possono fare a meno di scaricare un nuovo programma dal Mac App Store, perché Apple ha realizzato la già completa app Foto, che ritroviamo anche su iPhone e iPad. Foto è integrato con iCloud, quindi è possibile modificare tutte le foto conservate nel servizio di storage dell’azienda di Cupertino.

La prima cosa da fare è aprire l’applicazione Foto, selezionare quindi dalla libreria la foto da editare con un doppio clic e pigiare sul comando Modifica. Da qui si ha accesso al pannello di editing dell’immagine. I principali strumenti a disposizione sono Regola, Filtri e Ritaglia.

Se, ad esempio, si desidera aumentare il contrasto, pigiamo sullo strumento Ritaglia, quindi un clic sull’opzione Luce e selezioniamo il livello di contrasto desiderato agendo sul valore numerico accanto alla voce Contrasto. Le altre azioni più importanti disponibili nel campo ritaglia sono Colore, Bilanciamento bianchi e Curve.

Attraverso lo strumento Filtri si possono, invece, applicare gli effetti sull’intera foto. Le tre categorie principali sono Vivido, Drammatico e Bianco e nero. Ciascuna categoria ha poi differenti tonalità di rappresentazione, che spaziano da Vivido (toni caldi) a Vivido (toni freddi), oltre a Drammatico (toni caldi) e Drammatico (toni freddi), senza dimenticare Mono, Noir e Metallico del filtro Bianco e nero.

L’ultimo campo da prendere in considerazione nel programma di editor foto per macOS è Ritaglia, con cui si ha l’opportunità non soltanto di ridefinire le dimensioni dell’immagine ma anche eventualmente di raddrizzarla. Usando l’opzione Aspetto, posizionata nella colonna di destra sotto l’intestazione Ritaglia, l’utente può editare a proprio piacimento le proporzioni.

Per salvare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto Fine in alto a destra, per annullarle e tornare all’immagine originale occorre invece pigiare sul tasto Reimposta regolazioni (o Reimposta).

Pixlr

Pixlr è una valida alternativa ai programmi di editing fotografico. Il suo vantaggio principale è dato dal fatto di essere uno strumento per modificare le immagini interamente online, dunque l’unico requisito per usarlo è la connessione a Internet. Colleghiamoci al sito ufficiale, quindi clicchiamo sul pulsante Open Pixlr Editor e pigiamo sulla voce Consenti nell’avviso sulla necessità di usare il componente Flash Player di Adobe (disponibile per tutti i principali browser Internet, inclusi Chrome e Safari).

Passiamo ora alla modifica della prima foto. Per prima cosa bisogna cliccare sulla scheda Open Image from Computer, quindi scegliamo la foto che desideriamo editare e la lanciamo con Pixlr Editor con un doppio clic sul tasto Apri. Se si ha difficoltà con la lingua inglese, cliccare sull’opzione Language e scegliere la voce Italiano dal menu a tendina.

Gli strumenti più importanti messi a disposizione dalla piattaforma online Pixlr per modificare le foto sono Regolazione e Filtro. All’interno del campo Regolazione sono presenti strumenti quali Luminosità e contrasto, Tonalità e saturazione, Curve ed Esposizione. In Filtro, come è facile intuire, sono inclusi gli effetti che possiamo assegnare a una singola immagine. In totale i filtri di Pixlr Editor Online sono 28.

Se, invece, desideriamo aggiungere una parola, una frase o un copyright è sufficiente cliccare sull’icona A (Strumento testo), selezionare il punto esatto della foto dove si desidera eseguire l’inserimento, quindi digitare la parola nel campo Testo e pigiare sul bottone OK.

Quando siamo soddisfatti delle modifiche apportate all’immagine arriva il momento di salvare il lavoro: clicchiamo sul tasto File, dal menu a tendina che si apre selezioniamo la voce Salva, digitiamo il nome del file, poi selezioniamo il formato (di default è impostato JPEG), quindi regoliamo la qualità come preferiamo e pigiamo sul pulsante OK per memorizzare i cambiamenti apportati all’originale.

Se per qualsiasi ragione si reputa Pixlr insufficiente per portare a termine il proprio lavoro, esistono tanti altri siti per modificare le foto online.

Snapseed (Android/iOS)

L’app di riferimento per modificare le foto su smartphone Android e su iPhone è Snapseed, acquistata in passato da Google e oggi divenuta quasi indispensabile per chi vuole rendere appetibili per i social network le foto scattate con il telefono o con la fotocamera. La pagina di download sul Play Store e su App Store è disponibile rispettivamente qui (Android) e qui (iOS).

Al primo avvio fare tap sulla voce Consenti, al fine di permettere all’app di accedere alle foto conservate nella memoria del telefono. Una volta che si è nella home screen di Snapseed pigiare sul comando Apri, quindi selezionare l’immagine che si desidera personalizzare. Nella scheda Effetti possiamo scegliere quale filtro di base assegnare alla foto.

In Strumenti, invece, sono disponibili tante opzioni che se usate con cognizione di causa possono trasformare l’immagine (in positivo): Calibra, Pennello, HDR, Modifica selettiva ed Esposizione doppia sono soltanto alcune delle funzioni presenti in questo campo. Per la spiegazione di ciascuna di loro rimandiamo a questa sezione della guida su come modificare le foto.

Suggeriamo, inoltre, di valutare l’uso delle app per scrivere sulle foto, in modo da avere quante più opzioni possibili tra cui scegliere per personalizzare al massimo l’immagine.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.