Tonfo del Petrolio: su le scorte, giù le stime sulla domanda

Il prezzo del petrolio in forte calo dopo i dati sulle scorte e dopo le nuove stime dell’IEA sulla domanda

Tonfo del Petrolio: su le scorte, giù le stime sulla domanda

Il prezzo del petrolio è tornato a perdere terreno dopo le buone performance di ieri.

Nelle ultime ore di trading sia la quotazione del Wti che quella del Brent hanno registrato flessioni superiori al singolo punto percentuale, cancellando i guadagni messi a segno dopo il sabotaggio di due impianti di Saudi Aramco.

La flessione del prezzo del petrolio ha trovato ragion d’essere innanzitutto negli ultimi dati sulle scorte USA. Poi, qualche ora dopo, è intervenuta l’IEA, che ha tagliato le stime sulla domanda sia per il 2018 che per il 2019.

Il prezzo del petrolio in balia delle scorte USA

Nella giornata di ieri le quotazioni di Wti e Brent hanno assistito inermi alla pubblicazione dei più recenti dati sulle scorte di greggio statunitense. Secondo la rilevazione, le giacenze sono aumentate di oltre sei milioni.

Più nello specifico il dato è balzato dai 2,806 milioni della precedente rilevazione a quota 8,6 milioni di barili. Il prezzo del petrolio ha reagito ovviamente compiendo un’inversione di marcia e tornando a scambiare in rosso.

IEA taglia stime sulla domanda

Le previsioni sulla domanda di greggio relative all’anno da poco archiviato sono state tagliate di 70mila unità e sono così scese a 1,2 milioni di barili al giorno. Quelle per il 2019 invece sono scivolate a 1,3 milioni.

I dati hanno fatto irruzione in un momento particolare per i mercati alle prese con la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti e con le crescenti tensioni in Medio Oriente. Esse, però, hanno trovato ragion d’essere in una una serie di fattori specifici.

“Le nuove stime riflettono i dati del 2018 inferiori alle attese nelle grandi nazioni consumatrici come Egitto, India, Indonesia e Nigeria”,

si legge nel report dell’IEA, secondo cui anche i primi risultati del 2019 hanno mostrato una domanda più debole del previsto.

Il prezzo del petrolio dovrà fare i conti anche con le nuove oscillazioni del mercato. Al momento, però, sia la quotazione del Wti che quella del Brent stanno perdendo quota rispettivamente su $61,1 e $70,8.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Petrolio

Argomenti:

Petrolio AIE

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.