Presidente Regione: chi è, funzioni, quanto guadagna e come si elegge

Chi è e cosa fa esattamente il Presidente della Regione? Qui tutte le informazioni sull’incarico, le modalità di elezione e lo stipendio mensile dei Presidenti della giunta regionale.

Presidente Regione: chi è, funzioni, quanto guadagna e come si elegge

Chi è il Presidente della Regione e quali sono gli incarichi a lui conferiti?

Il Presidente della Regione, meglio ancora della giunta regionale, è una carica istituzionale di massima importanza; le sue funziono infatti sono assimilabili a livello locale a quelle del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio: promulga le leggi regionali, rappresenta la Regione e dirige la politica e l’attività della giunta.

Le modalità di elezione del Presidente della Regione sono disciplinate dalla Costituzione per le Regioni a statuto ordinario, e dai regolamenti regionali per quelle a statuto speciale. Per lo più il Presidente viene eletto dai cittadini della Regione con suffragio universale diretto.

A questo incarico di grande responsabilità corrisponde uno stipendio mensile di non poco conto: la legge impone il limite massimo di 13.800 euro lordi al mese, limite che viene raggiunto da diversi Presidenti di Regione, come Zingaretti e Zaia.

In questo articolo tutte le informazioni sul Presidente della giunta regionale, le funzioni istituzionali, il sistema elettorale e gli stipendi lordi mensili di ogni Presidente

Presidente della giunta regionale: chi sono e funzioni

Il Presidente della giunta regionale, o Presidente della Regione, è l’organo più importante dell’assetto organizzativo delle Regioni italiane. Egli è al tempo stesso sia un organo monocratico, sia un organo collegiale, in quanto presiede ed è membro della giunta regionale, che svolge la funzione esecutiva.

Compiti e funzioni del Presidente della giunta regionale sono disciplinati dall’articolo 121 della Costituzione. In sostanza il Presidente:

  • presiede la giunta regionale, la convoca e ne decide l’ordine del giorno;
  • promulga le leggi ed emana i regolamenti regionali;
  • indice le elezioni regionali e i referendum;
  • dirige la funzione amministrativa della Regione;
  • presenta i disegni di legge;
  • nomina e revoca gli altri componenti della giunta.

Oltre a queste funzioni, il Presidente della Regione è considerato anche la massima autorità sanitaria regionale, dunque può emanare ordinanze in materia di sanità pubblica che avranno valore limitatamente al territorio regionale.

Leggi anche Consigliere regionale, cosa fa e quanto guadagna

Attualmente i Presidenti delle Regioni sono i seguenti:

Regione Presidente Regione Partito
Abruzzo Marco Marsilio Forza Italia
Basilicata Vito Bardi Forza Italia
Calabria Gerardo Mario Oliverio PD, Centro Democratico
Campania Vincenzo De Luca Partito Socialista Italiano, Centro Democratico
Emilia-Romagna Stefano Bonaccini Sinistra Ecologia Libertà, Centro Democratico
Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga Lega, Fratelli d’Italia
Lazio Nicola Zingaretti PD
Liguria Giovanni Toti Forza Italia, Fratelli d’Italia
Lombardia Attilio Fontana Fratelli d’Italia
Marche Luca Ceriscioli PD
Molise Donato Toma Forza Italia
Piemonte Alberto Cirio Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia
Puglia Michele Emiliano PD, Noi a Sinistra
Sardegna Christian Solinas Lega, Fratelli D’Italia, Forza Italia
Sicilia Sebastiano Musumeci Movimento sociale italiano
Toscana Enrico Rossi PD
Trentino-Alto Adige Arno Kompatscher Südtiroler Volkspartei
Umbria Donatella Tesei Centrodestra
Valle d’Aosta Antonio Fosson Stella alpina
Veneto Luca Zaia Forza Italia, Lega

Come viene eletto?

Il dettato costituzionale prevede che il Presidente della giunta regionale venga eletto secondo il sistema elettorale della Regione di appartenenza, nei limiti e nei principi fissati dalla legge statale. Il Presidente è eletto a suffragio universale diretto dei cittadini maggiorenni, salvo che lo statuto regionale disponga diversamente.

I principi a cui le leggi regionali devono attenersi sono:

  • il Presidente della giunta regionale non è immediatamente rieleggibile, quando eletto a suffragio universale diretto;
  • l’elezione del Presidente e della giunta e del Consiglio regionale devono essere contestuali, quando l’elezione avviene con suffragio universale diretto.

Nonostante l’autonomia regionale, quasi in tutte le Regioni italiane il Presidente della giunta regionale è eletto con suffragio universale diretto dei cittadini della Regione; invece in Valle d’Aosta il Presidente viene eletto dal consiglio regionale, mentre in Trentino Alto Adige la carica di Presidente della Regione è ricoperta dai Presidenti delle province autonome di Trento e Bolzano, in modo alternativo tra loro.

Per quanto riguarda i criteri di eleggibilità, l’articolo 122 della Costituzione stabilisce che non può ricoprire l’incarico di Presidente della giunta regionale chi è membro di una Camera del Parlamento, di un altro consiglio/giunta regionale o del Parlamento europeo.

Durata del mandato

Il mandato del Presidente della giunta regionale dura 5 anni, come la legislatura statale ordinaria. Tuttavia ci sono due casi in cui il mandato può cessare in anticipo:

  • quando il Presidente della repubblica scioglie la giunta o rimuove il Presidente a causa di gravi violazioni di legge o atti contrari alla Costituzione;
  • quando il consiglio regionale esprime la sfiducia nei confronti del Presidente con mozione motivata da almeno ⅕ dei suoi componenti.

Ai sensi dell’articolo 126 della Costituzione, la mozione di sfiducia nei confronti del Presidente della giunta eletto a suffragio universale diretto provoca le dimissioni della giunta regionale e lo scioglimento del consiglio.

Quanto guadagna il Presidente della Regione?

Lo stipendio mensile dei Presidenti delle giunte regionali è variabile. La Conferenza delle Regioni stabilisce il limite massimo della retribuzione mensile a 13.800 euro lordi mensili, ogni Regione poi determina nel proprio Statuto la cifra esatta che spetta al Presidente.

A partire dal 2013 tutte le Regioni devo pubblicare online e rendere consultabili a tutti gli stipendi dei governatori e dei consiglieri; grazie a queste informazioni possiamo dire che i Presidenti di Regione con lo stipendio più alto sono Zingaretti, Zaia, Oliviero ed Emiliano, i quali percepiscono 13.800 euro lordi al mese.

Seguono Toti con 13.764 euro lordi, Rossi con 13.000, De Luca con 10.240, ultimo Bonaccini con 9.758 euro lordi al mese.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Guida al voto

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \