Plastica monouso, dopo piatti e cannucce nuova stretta: quali prodotti saranno vietati?

22 settembre 2020 - 17:30 |
22 settembre 2020 - 17:44 |

Il Senato ha approvato un emendamento con cui introdurre un’ulteriore stretta sulla plastica monouso. Ecco i prodotti che potrebbero venire vietati.

Plastica monouso, dopo piatti e cannucce nuova stretta: quali prodotti saranno vietati?

In arrivo una nuova stretta sulla plastica monouso. Dopo i piatti usa e getta e le cannucce, che saranno vietati a partire dal 1 gennaio 2021, potremmo dover dire addio anche ai palloncini e ai bicchieri di plastica.

Il nostro Paese è sempre stato in prima linea nella lotta all’utilizzo di plastica monouso, tanto che dallo scorso anno aveva già vietato i cotton fioc non biodegradabili e compostabili, anticipando quella che sarebbe stata poi una direttiva dell’Unione europea, la SUP, ossia Single Use Plastic.

Plastica monouso, quali prodotti saranno vietati?

L’Italia ha deciso di prendere dei duri provvedimenti per fronteggiare l’inquinamento e il marine litter, ossia il riversamento di materiale plastico e non biodegradabile negli oceani. Secondo quanto riportato dall’associazione ambientalista Marevivo, ogni anno vengono gettate in mare tra le 8 e le 13 milioni di tonnellate di plastica. La situazione si è in parte aggravata durante l’emergenza sanitaria con l’aumento dell’utilizzo di mascherine e altri presidi di protezione. Non molti giorni fa è stato infatti ritrovato un pinguino morto soffocato, dopo aver ingerito una mascherina.

La Commissione ambiente del Senato ha quindi voluto approvare un emendamento con cui estendere il divieto di vendita di altri prodotti di plastica monouso, tra cui i bicchieri e i palloncini. Adesso il provvedimento dovrà passare al Parlamento, per l’approvazione definitiva.

Le dichiarazioni del ministro dell’Ambiente

L’impegno alla lotta contro la plastica monouso parte proprio dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che sui suoi canali social ha commentare la decisione del Senato, precisando anche quelle che sono le motivazioni che hanno portato ad ampliare la lista dei prodotti che potrebbero venir vietati a partire dal 1 gennaio 2021:

“La plastica usa e getta è un problema e va affrontato in modo drastico e deciso. Tra i 6 e i 7 miliardi di bicchieri di plastica usa e getta vengono utilizzati in un anno solo in Italia, e rappresentano il 20% dei rifiuti marini in tutto il mondo. I palloncini sono uno dei maggiori pericoli per foche, tartarughe e uccelli marini. Solo intervenendo nella nostra quotidianità abbiamo la possibilità di difendere il pianeta”.

La notizia è stata recepita in modo positivo anche dalle associazioni ambientaliste, Raffaella Giugni, responsabile delle relazioni istituzionali di Marevivo Onlus, spiga che:

“Siamo molto soddisfatti di questo primo passo importante. I numeri legati al consumo dimostrano quanto sia importante sostituire questi prodotti con prodotti riutilizzabili. È necessario cambiare le nostre abitudini se vogliamo tutelare il pianeta”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories