Perché Leo Messi non andrà (per adesso) all’Inter

Tra l’Inter e Leo Messi senza dubbio da tempo c’è feeling, ma l’acquisto dell’asso argentino del Barcellona non sarebbe al momento economicamente fattibile per le casse nerazzurre.

Perché Leo Messi non andrà (per adesso) all'Inter

Solitamente è l’estate il periodo delle suggestioni di calciomercato, ma questa volta di possibili clamorose trattative si sta iniziando a parlare già prima complice magari anche lo stop ai campionati dettato dal coronavirus.

Ecco dunque che l’ultima bomba di mercato sembrerebbe arrivare direttamente dall’Argentina, con l’emittente TNT Sport che ha svelato come sarebbe in corso una trattativa tra l’Inter e il Barcellona per il trasferimento di Leo Messi, con l’ultima decisione che comunque alla fine spetterebbe al giocatore.

Qualche giorno prima era stato Massimo Moratti a stuzzicare la fantasia dei tifosi del Biscione, con l’ex presidente che aveva dichiarato come l’acquisto del pluri Pallone d’Oro da parte del club meneghino “non sia per niente proibito, non lo era prima di questa disgrazia. Ora poi…”.

La realtà però dovrebbe essere ben diversa, con l’Inter che al momento non può permettersi di affrontare economicamente un’operazione complessa come quella per l’acquisto di Leo Messi, specie ora che il coronavirus rischia di creare delle voragini di bilancio anche nei top club.

Messi all’Inter? Non adesso

Di un possibile trasferimento di Messi all’Inter se ne parla da anni. In molti hanno riferito come, se il fuoriclasse argentino dovesse decidere di lasciare il Barcellona, la destinazione di Milano sponda nerazzurra sia la più gradita dal giocatore.

Stando a quanto scritto dal quotidiano spagnolo El Pais lo scorso settembre, secondo l’attuale accordo in vigore con i blaugrana il giocatore potrebbe decidere di lasciare il club al termine di ogni stagione rescindendo il contratto a proprio piacimento.

Attualmente Leo Messi è legato al Barcellona fino al 2021 con uno stipendio faraonico di 40 milioni netti all’anno. Nel contratto poi è prevista una clausola rescissoria monstre da 700 milioni.

Se quanto riferito da El Pais non fosse veritiero, questo vorrebbe dire che l’Inter per acquistare dal Barcellona la Pulce dovrà mettere sul piatto tanti soldi che al momento il club non può permettersi di sborsare, visto che tra costo del cartellino e stipendio da garantire al giocatore si parlerebbe di una operazione dal valore complessivo di centinaia di milioni.

Non bisogna scordare che l’Inter ha chiuso il suo ultimo bilancio con un passivo di oltre 48 milioni, con l’indebitamento totale dei nerazzurri che è di 490 milioni anche se parte di questo credito sarebbe verso Suning.

Dopo il mercato invernale che ha regalato a mister Antonio Conte giocatori come Christian Eriksen, Ashley Young e Victor Moses, il monte stipendi complessivo dei meneghini è arrivato a 150 milioni, il secondo in Serie A dopo la Juventus.

L’Inter poi attualmente ha in prestito ad altri club giocatori come Mauro Icardi, Ivan Perisic, Valentino Lazaro, Joao Mario e Radja Nainggolan, che se non verranno riscattati come pare torneranno ad appesantire ulteriormente le casse nerazzurre.

Se Beppe Marotta non è riuscito a piazzare tutti questi giocatori in esubero questa estate, difficilmente il pur bravo dirigente potrà riuscire a venderli al giusto prezzo nella prossima sessione di calciomercato vista la crisi in atto.

C’è da dire comunque che il Barcellona ha un disperato bisogno di vendere per sistemare il proprio bilancio, così come la crisi dovuta al coronavirus porterà diverse squadre a dover cedere i loro pezzi migliori senza sparare cifre folli.

Questo ridimensionamento generale però non risparmierebbe anche l’Inter, che potrebbe risentire della crisi generale al pari degli altri, soprattutto se la nostra Serie A non dovesse portare a termine il campionato.

Se la Juventus che nell’ultimo anno ha fatturato 460 milioni è ora in difficoltà a seguito dell’acquisto nel 2018 di Cristiano Ronaldo, sarebbe difficile immaginare come l’Inter che invece ha fatturato 365 milioni possa riuscire a portare a termine in questo momento un’operazione simile ingaggiando Leo Messi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Lionel Messi

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.