Per Bitcoin è crollo: in fumo $600 miliardi di valore di mercato

Violetta Silvestri

22 Gennaio 2022 - 13:19

condividi

Fine settimana da dimenticare per il Bitcoin e per tutto il comparto delle criptovalute, in evidente perdita: perché c’è stato il crollo? Le monete virtuali come gli asset rischiosi?

Per Bitcoin è crollo: in fumo $600 miliardi di valore di mercato

Il Bitcoin è sceso al minimo di sei mesi il 22 gennaio, prolungando un forte calo registrato nella sessione precedente.

Il mercato delle criptovalute è stato travolto da un potente spostamento degli investitori fuori dagli asset speculativi.

Anche altre monete digitali sono state sottoposte a forti pressioni di vendita, con un indice FT Wilshire dei primi cinque token esclusi Bitcoin in calo del 30% nel primo mese del 2022.

La rotta della criptovaluta arriva quando gli investitori hanno scaricato azioni di società tecnologiche in base alle aspettative che la Federal Reserve statunitense si sposterà per frenare la politica monetaria ampia della pandemia per combattere l’inflazione.

Bitcoin in picchiata: quanto ha perso?

Bitcoin ha esteso il suo calo sabato e ha perso oltre il 50% dal suo record di novembre, aggiungendo ulteriore slancio al crollo delle criptovalute.

Il declino della regina delle monete virtuali dal suo picco ha spazzato via oltre $600 miliardi di valore di mercato e oltre $1.000 miliardi sono stati persi dal mercato aggregato delle criptovalute.

Sebbene ci siano stati prelievi percentuali molto maggiori sia per Bitcoin che per il mercato aggregato, questo segna il secondo calo più grande in termini di dollari per entrambi, secondo Bespoke Investment Group.

Bitcoin è sceso a 34.042,78$ sabato, un calo del 7,2%, prima di ridurre la maggior parte di queste perdite. Anche altri asset digitali sono scivolati, con Ethereum in calo del 12%. Solana e Cardano hanno perso almeno il 17% ciascuno, secondo Coinbase.

Con le intenzioni della Federal Reserve di frenare l’inflazione scuotendo sia le criptovalute che le azioni, è emerso un tema dominante nello spazio degli asset digitali: le valute digitali si sono mosse allo stesso modo delle azioni e di molti altri asset di rischio.

L’effetto Russia sulle monete virtuali

La forte svendita delle risorse digitali è arrivata anche il giorno dopo che la banca centrale russa ha annunciato una bozza di proposte che mirano a vietare tutto il trading e il mining di criptovalute.

I regolamenti proposti bloccherebbero anche gli investimenti in monete digitali da parte delle banche e vieterebbero qualsiasi scambio di criptovaluta con valute tradizionali in Russia, uno dei più grandi centri mondiali per il mining.

Quello di Mosca, in realtà, è solo l’ultimo di una serie di annunci sulle criptovalute da parte delle autorità di regolamentazione di tutto il mondo, incentrati principalmente sulla protezione degli investitori al dettaglio.

Bloomberg News ha riferito che l’amministrazione Biden si sta preparando a rilasciare una strategia iniziale a livello di Governo per le risorse digitali e chiederà alle agenzie federali di valutare i rischi e le opportunità che rappresentano.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO