Pensioni, ultime notizie: riforma e flessibilità rimandate al 2017?

La riforma delle pensioni tanto attesa e discussa potrebbe slittare ancora. Ogni decisione sulla flessibilità potrebbe infatti essere rinviata alla Legge di Stabilità 2017.

La riforma delle pensioni che è stata annunciata per il 2016 potrebbe subire un ulteriore slittamento.
Secondo le ultime indiscrezioni che riguardano le pensioni, infatti, la riforma del settore previdenziale potrebbe slittare al 2017.
Il problema rimane quello del reperimento delle risorse da porre a copertura di un intervento in materia di previdenza: a tal proposito si è espresso il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti che ha lasciato presagire un possibile rinvio della riforma al 2017.

Riforma delle pensioni: flessibilità verrà rimandata alla Legge di Stabilità 2017?
Uno degli interventi più attesi con la riforma delle pensioni al vaglio del governo era quello che riguardava la flessibilità. Misure che garantiscano una maggiore flessibilità in uscita dal mondo del lavoro dovevano infatti già essere inserite all’interno della Legge di Stabilità 2016, ma erano state poi rinviate nel 2016 a causa del problema delle coperture economiche.
Nonostante vi siano stati più pareri concordi nell’affermare la priorità di un intervento in tema di flessibilità, sembra che questo potrebbe subire un ulteriore slittamento.
Il problema delle coperture economiche resta infatti attuale anche a causa degli avvertimenti dell’Europa sui costi di una riforma delle pensioni che sembrano aver avuto effetto sul governo Renzi.
La riforma delle pensioni, e ogni decisione in tema di flessibilità, quindi, potrebbero slittare addirittura alla Legge di Stabilità 2017.
Tale indiscrezione ha provocato reazioni contrariate nei confronti di chi si è espresso in più riprese a favore della riforma delle pensioni 2016. Tra questi vi è anche il presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano che negli ultimi mesi, oltre ad essersi espresso pubblicamente più volte a favore della riforma, ha anche avanzato delle proposte concrete in tal senso.

Pensioni: Asdi e Sia soluzioni temporanee in attesa della riforma
In attesa della riforma delle pensioni che potrebbe quindi slittare al 2017, restano situazioni critiche aperte da risolvere che non possono attendere così a lungo.
Il problema resta soprattutto quello dei disoccupati over 55 che non hanno accesso alla pensione e si ritrovano quindi senza reddito.
A tal proposito il Governo sta vagliando delle soluzioni temporanee in attesa della prossima Legge di Stabilità.
Tra queste rientrano la proroga dell’Asdi e la revisione del Sia, ossia il reddito minimo garantito agli over 55. Per quanto riguarda l’Asdi, si tratta di un ammortizzatore sociale destinato agli over 55 che hanno già usufruito della Naspi e che non si sono ancora reinseriti nel mondo del lavoro. Il Sia, invece, potrebbe portare nelle tasche dei nuovi poveri circa 320 euro in più al mese.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO