Pensione di reversibilità figli invalidi: quali sono i requisiti?

La pensione di reversibilità dei genitori spetta anche ai figli totalmente inabili al lavoro, ma solo se al momento del decesso erano a carico del genitore.

Pensione di reversibilità figli invalidi: quali sono i requisiti?

La pensione di reversibilità spetta anche ai figli maggiorenni totalmente inabili a qualsiasi proficuo lavoro. Per avere il diritto, però, è necessario il rispetto di determinati requisiti.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

  • “Buon giorno mi chiamo F. ho fatto domanda reversibilità dopo 4 anni che è morto mio padre, sono invalido civile totale. Quando é morto mio padre non abitavo con lui ma già ero invalido mi spetta?”

Pensione di reversibilità figli invalidi

Innanzitutto non è richiesta l’invalidità ma l’inabilità totale a qualsiasi proficuo lavoro per avere diritto alla pensione di reversibilità dei genitori da parte di un figlio maggiorenne.

Non è obbligatorio che il figlio inabile sia convivente con il genitore al momento del decesso ma è importante che sia a suo carico. Il concetto di “a carico”, per la pensione ai superstiti si scosta dall’essere a carico ai fini fiscali (per essere a carico ai fini IRPEF, infatti, è necessario che il familiare abbia redditi inferiore a 2840 euro l’anno).

Per la pensione di reversibilità è previsto, invece che, come riportato dall’articolo 13 del Regio Decreto Legge numero 636 del 14 aprile 1939, i figli di età superiore ai 18 anni e inabili al lavoro "si considerano a carico dell’assicurato o del pensionato se questi, prima del decesso, provvedeva al loro sostentamento in maniera continuativa”.

Questo, ovviamente, implica che il genitore doveva provvedere al mantenimento del figlio e che quest’ultimo non abbia un reddito superiore a quello fissato per avere diritto alla concessione della pensione di invalidità (più eventuale accompagnamento se titolare anche di tale indennità)

Se il figlio non è convivente con il genitore è necessario che sia dimostrato il mantenimento abituale da parte del genitore e questo può essere effettuato con una comparazione dei redditi del superstite e del pensionato che, eventualmente, lo manteneva.

Per rispondere alla sua domanda, quindi, ha diritto alla pensione di reversibilità di suo padre solo nel caso che oltre che invalido lei risulti inabile a qualsiasi lavoro e che al momento del decesso fosse mantenuto da suo padre.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Reversibilità

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories