Pensione di reversibilità con nuovo matrimonio, cosa accade?

Lorenzo Rubini

29 Gennaio 2021 - 15:38

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cosa accade al coniuge percettore di pensione di reversibilità in caso di nuovo matrimonio?

Pensione di reversibilità con nuovo matrimonio, cosa accade?

La pensione di reversibilità spetta al coniuge superstite. In caso di nuove nozze, però il vedovo o la vedova perdono il diritto al trattamento previdenziale derivante dalle nozze precedenti.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno sono vedova da 14 anni. Percepisco pensione di reversibilità. Sono coppia di fatto con il mio compagno. Nel caso volessi contrarre matrimonio e rimanere di nuovo vedova come avviene la reversibilità. Premetto che abbiamo 73 io e 78 lui grazie”

Pensione di reversibilità con nuovo matrimonio

Come anticipato in apertura per il vedovo che contrae nuovo matrimonio cessa il diritto alla corresponsione della pensione di reversibilità che viene revocata.
Al momento delle nuove nozze, ed è bene ricordarlo, al titolare di pensione di reversibilità viene corrisposta una indennità una tantum corrispondente alla pensione di reversibilità spettante per due annualità comprensive di tredicesima.

L’una tantum viene corrisposto senza bisogno di alcuna comunicazione all’INPS da parte del vedovo che decide di contrarre nuovo matrimonio. Di fatto, quindi, al momento del matrimonio spettano 26 mensilità di pensione di reversibilità (la somma percepita al momento del nuovo matrimonio) liquidate in un’unica soluzione.

Se, poi, dovesse rimanere di nuovo vedova, in ogni caso le spetterebbe la pensione di reversibilità del suo nuovo marito ma sempre tenendo presente che se egli è divorziato una quota della reversibilità potrebbe spettare anche all’ex coniuge a patto che sia titolare di assegno divorzile.

Non ci son, quindi, particolari funzionamenti per le reversibilità spettante se si rimane vedovi da seconde nozze, l’iter burocratico per la richiesta della prestazione rimane invariato così come rimane invariato il diritto per il coniuge superstite. Da considerare, infatti, che non si tratta della sommatoria di due pensione di reversibilità, visto che quella derivante dal primo matrimonio viene sospesa con il convolo a nuove nozze.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories