PS5 vs PS4 a confronto: comprare subito o meglio aspettare?

Matteo Novelli

17 Giugno 2020 - 13:56

17 Giugno 2020 - 13:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Meglio PS5 o PS4: confronto tra le due console Sony, dal design al prezzo fino ai giochi disponibili. Vale la pena comprare subito PlayStation 5 o è meglio aspettare?

PS5 vs PS4 a confronto: comprare subito o meglio aspettare?

Meglio PS5 o PS4: il confronto tra i due modelli potrebbe facilmente far pendere l’ago della bilancia verso PlayStation 5, in uscita a fine 2020, ma la console di vecchia generazione potrebbe anche convincere gli acquirenti indecisi (complice un risparmio notevole sul prezzo).

Comprare subito PS5 all’uscita e al day one o meglio aspettare, magari un anno, puntando sulla longevità di PlayStation 4? Per l’arrivo della nuova console Sony mancano ancora diversi mesi: il video che ne ha rivelato l’aspetto e design è il più visto di sempre sul canale dello storico marchio giapponese e fornisce un dato inequivocabile. PlayStation 5 è attesissima dai giocatori, ma vale davvero la pena acquistarla subito? Ecco pro e contro.

PS5 e PS4 a confronto: pro e contro

PlayStation 5 è, come sappiamo, un concentrato di potenza: il confronto con PS4, un hardware uscito ormai diversi anni fa (2013) è decisamente impari. Da una parte abbiamo la console next gen destinata ad accompagnarci sul lungo periodo con un chip AMD Zen 8 core e 3,5 GHz, PS4 contra sempre sull’octa core ma è supportato dall’ormai limitante AMD Jaguar 1,6 GHZ.

Si aggiunge una maggiore potenza grafica (fino a 10,28 teraflop che surclassano gli 1,84 di PS4 Slim e i 4,20 di PS4 Pro). Per quanto riguarda la memoria interna si va da tagli vari ma comuni (PS4 standard parte da 500 GB con 1TB del modello Pro, raggiunto anche da PS5 su cui si vocifera anche 2TB per l’edizione all digital senza lettore).

A livello di potenza non ci sono molti dubbi: PS5 è il software del futuro, pensato per i giochi in uscita e fatto a misura di sviluppatore (che dovrebbero avere il lavoro facilitato sulla nuova piattaforma). PS4 scalda e fa rumore: i modelli Pro arginano leggermente uno dei problemi che più di tutti ha caratterizzato questa generazione ma la console è ancora in grado di far girare giochi e titoli triple A notevoli (anche se con il fiatone).

PS5 vs PS4: design, questione di look?

PS5 ha svelato le proprie forme, futuristiche e in profonda rottura con il passato: una doppia scocca bianca e nera con materiali e resa visiva ancora tutta da valutare dal vivo. In molti hanno criticato e ironizzato sul design di PlayStation 5, paragonandola a una macchina del caffè o a un ventilatore: le ventole e il sistema di dissipazione del calore giustificano le forme, che preferiscono la verticalità, ma il look di PS5 potrebbe rivelarsi davvero difficile da digerire (e da posizionare in salotto, visto anche delle probabili dimensioni extra large).

Sony si allontana dal modello casalingo che ha caratterizzato le passate generazioni: se cercate forme più delicate, pulite e minimal è PS4 a fare per voi, specie nella versione slim. L’attuale console è pensata per somigliare a un normalissimo lettore multimediale, sceglie il nero come colore predominante (ma sono disponibili diverse varianti a tema, inclusa il colore bianco) e ribadisce il concetto chiave del “less is more”.

Su PS5 sono attese comunque personalizzazioni, come rivelato da Sony: il look della console potrà essere variato in modo mai fatto prima, lasciando aperta la porta a scocche aggiuntive (su cui è ancora tutto da vedere). Un modello slim di PS5 è probabilmente destinato a uscire nei prossimi anni, elemento in più per chi sceglierà di aspettare per investire su un design meno appariscente.

PS5 vs PS4: giochi ed esclusive

Sony ha sottolineato che non abbandonerà PS4, e gli utenti dell’ormai vecchia console, a sé stessi e garantirà il supporto all’hardware ancora per diversi anni.

Molti titoli in uscita per PS5, inclusi quelli presentati nel corso dell’evento dedicato, usciranno anche su PS4 (anche in una edizione depotenziata e adatta alla console attuale). Parliamo di titoli indie ma anche di giochi popolari come l’atteso Resident Evill Village.

Certo, le esclusive PS5 resteranno tali così come l’arrivo di sequel molto attesi (Horizon 2 su tutti): i giochi disponibili al momento dell’uscita saranno diversi ma per i titoli più importanti ci sarà sicuramente da aspettare qualche mese, guardando al 2021 e al 2022.

Nel frattempo, PS4 ha accumulato una libreria di giochi vasta e variegata che oggi subisce un forte taglio rispetto al prezzo iniziale: tantissimi titoli da recuperare in formato fisico o digitale con prezzi che oscillano tra 5 e 20 euro.

PS5 vs PS4: prezzo, quale conviene?

Non c’è bisogno di sottolineare quindi come i giochi che usciranno su PS5 saranno a prezzo pieno, a partire da 69,90 euro, e per subire un taglio dei costi e accedere alle prime offerte serviranno diverse settimane.

Anche il prezzo della stessa PlayStation 5 potrebbe allontanare i curiosi: si parla di un costo compreso tra i 499 e i 599 euro (a seconda della scelta tra modello digitale e con lettore ottico). PS4 è ovviamente destinata a scomparire ma prima di farlo subirà un ulteriore taglio sul prezzo iniziale che potrebbe portare bundle e console anche intorno ai 199 euro.

PS5, le cui previsioni di vendita secondo gli analisti sono positive, ci metterà un po’ prima di scendere di prezzo e i relativi bundle con giochi e accessori potrebbero non essere disponibili immediatamente. Quale scegliere? Molto dipenderà da che tipo di utente si approccia all’acquisto: PS4 Pro con un taglio di prezzo potrebbe rappresentare una valida alternativa iniziale e un piccolo cavallo di Troia per Sony.

La compagnia giapponese sa che non può permettersi un prezzo iniziale troppo elevato, la storia del debutto di PlayStation 3 insegna. A voi la scelta: buttarsi a capofitto nella next gen o aspettare ancora qualche mese dopo il lancio, in cerca magari dell’offerta migliore.

Argomenti

# Sony

Iscriviti alla newsletter

Money Stories