PS5: controller DualSense, caratteristiche, dimensioni e funzionalità del nuovo pad

Ecco il nuovo controller di PS5: si chiama DualSense e, oltre al nuovo design, unisce caratteristiche inedite a funzioni dei precedenti Dualshock. Cosa cambia e com’è fatto.

PS5: controller DualSense, caratteristiche, dimensioni e funzionalità del nuovo pad

Nuovo sguardo su PS5: la console next-gen in uscita a fine anno mostra un dettaglio inedito con il controller DualSense, il nuovo pad che rivela un design innovativo, dal look prevalentemente bianco, unito a caratteristiche e specifiche adatte alla nuova generazione di console.

Cosa cambia e com’è fatto il nuovo controller Dualsense di PS5? Sony ha sorpreso gli utenti PlayStation rivelando online l’aspetto e il design del pad, simile al Dualshock 4 ma allo stesso tempo sostanzialmente differente: a prima vista colpisce il colore, dove è il bianco a prevalere (ma potrebbe non essere l’unica versione).

L’annuncio del DualSense di PS5 è arrivato tramite un post sul PS Blog, una rivelazione che ha diviso i fan tra curiosi e detrattori del nuovo look. Ma come funziona il nuovo controller e cosa c’è di diverso rispetto al Dualshock 4? Ecco quello che devi sapere.

PS5, controller DualSense: novità, caratteristiche e design

Sony ha spiegato che l’obiettivo principale del nuovo DualSense è stato quello di creare un’evoluzione del DualShock di PS4, a partire dal nome che rompe la tradizione della serie per rifarsi a quello che Sony ha reso centrare nella futura esperienza di PlayStation 5: i sensi e le sensazioni tra giocatori e videogiochi (molto importante sarà infatti il sonoro).

Confermati i rumor che prevedevano il feedback aptico e i grilletti adattivi, mentre tra le vere e proprie novità abbiamo il colore a placche (dove prevale il bianco), l’eliminazione del tasto “Share” che viene sostituito da quello “Create” (che dovrebbe permettere ai giocatori di creare contenuti presi direttamente dal titolo di turno, modificandoli e condividendoli a propri piacimento sulle varie piattaforme social) e un microfono (per utilizzare le chat vocali e comunicare con i propri compagni di gioco a voce senza bisogno di cuffiette o accessori appositi).

Il design colpisce perché mantiene una linea di continuità con il passato, vedasi a tal proposito il mantenimento delle levette direzionali allineate in orizzontale alla stessa altezza, ma propone alcune novità come la colorazione che rompe lo stile monocromatico che da sempre caratterizza i controller di casa Sony.

Bianco e nero, con alcuni led blu, questa sembra essere la prima forma offerta dal nuovo DualSense di PS5: un design che rompe la tradizione e che cerca un look simile al pad di Xbox realizzato da Microsoft (anche se in parte potrebbe ricordare il pad Razer Raiju). Sony ha rivelato che il nuovo controller è stato studiato per adattarsi a vari tipi di mano, essendo stato testato su diverse tipologie di utenti. Presente ancora una volta il touch-pad, anche se la sua funzionalità non ha mai trovato delle vere e proprie applicazioni all’interno dei giochi.

Assenti per il momento le dimensioni esatte: dalle foto il pad sembrerebbe molto più grande rispetto al passato, ma Sony garantisce misure in linea con le precedenti generazioni. Batteria potenziata, per la gioia degli utenti, e attenzione al peso generale, studiato (insieme ai nuovi componenti) per non affaticare i giocatori nelle lunghe sessioni di gioco.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories