Fiat Panda e Tipo sono due dei modelli più popolari tra quelli che trovano attualmente spazio nella gamma della principale casa automobilistica italiana. Dunque non stupisce che siano in tanti a chiedersi quale sarà il futuro per questi due modelli. I dirigenti di Stellantis sembrano avere le idee chiare su quello che sarà il futuro del marchio di Torino.

Ecco come saranno le future Fiat Panda e Tipo

Per quanto riguarda Fiat Panda è stato già detto chiaramente che la prossima generazione sarà molto diversa rispetto al modello attuale rappresentando una vera e propria rivoluzione. Basti pensare che il modello subirà un notevole aumento di dimensioni cambiando di categoria e passando dal segmento A al segmento B del mercato auto.

Questo in quanto si tratta di un segmento più redditizio in cui i margini di profitto sono più elevati. Inoltre si dice anche che la nuova Fiat Panda sarà un modello diverso anche nello stile della carrozzeria. Sembra infatti sempre più probabile che questa auto avrà lo stile di un crossover, una tipologia di auto che va per la maggiore in questo momento storico.

Non è ancora chiaro se la nuova Fiat Panda sotto Stellantis continuerà ad essere prodotta in Italia oppure come altri modelli del gruppo sarà fabbricata all’estero. Quello che certamente la futura Fiat Panda continuerà ad avere del modello attuale è che sarà un’auto pensata per le famiglie e che si caratterizzerà per un rapporto qualità prezzo elevato.

Anche Fiat Tipo dovrebbe continuare ad esistere nella gamma della casa italiana. Anche in questo caso però gli ultimi rumors emersi affermano che Fiat Tipo subirà un vero e proprio cambiamento trasformandosi in un SUV di segmento C.

L’auto dovrebbe continuare ad essere prodotta all’estero e il veicolo in questione potrebbe utilizzare una delle piattaforme messe a disposizione dall’ex gruppo PSA. Scontato ovviamente che sia Fiat Panda che Fiat Tipo in futuro arriveranno sul mercato in versione completamente elettrica. In ogni caso prima di vedere debuttare questi due nuovi modelli passeranno ancora un bel po’ di anni.