Nelle scorse ore è stata finalmente presentata la nuova Hyundai Tucson. Si tratta della quarta generazione del celebre SUV di Hyundai che debutta carico di importanti novità. Indubbiamente, siamo di fronte a uno dei lanci più importanti e attesi di quest’anno trattandosi di uno dei SUV più popolari del suo segmento e dell’intera gamma della casa automobilistica sud coreana.

Ecco le prime immagini e dati della nuova Hyundai Tucson

Con la nuova Hyundai Tucson il produttore coreano intende rafforzare la sua posizione nel segmento C del mercato dei SUV dove ormai da molti anni Tucson è un vero e proprio punto di riferimento e dove adesso la sua quarta generazione dovrà competere con modelli del calibro di Nissan Qashqai, SEAT Ateca, Ford Kuga e Volkswagen Tiguan. La nuova generazione della Tucson, anticipata dalla Hyundai Vision T Concept, adotta chiaramente un nuovo linguaggio di design.

Rispetto al modello uscente la nuova Hyundai Tucson presenta notevoli differenze. Esteticamente parlando, le principali differenze le notiamo nella zona anteriore del veicolo. I gruppi ottici sono divisi in due. In alto abbiamo delle luci la cui funzione principale sarà l’illuminazione diurna mentre in basso troviamo i fari che integrano altre funzioni. Da segnalare inoltre la presenza di una grande griglia su cui si trova l’insegna Hyundai e che si collega direttamente all’ottica superiore con parte di essa che è retroilluminata.

Per quanto riguarda invece la zona laterale della nuova Hyundai Tucson, la cosa che ci colpisce maggiormente è la linea di cintura rialzata con una linea ascendente sul retro e i bordi elaborati, con disegni che seguono la nuova filosofia di Hyundai. Le possibilità di personalizzazione sono notevoli. La carrozzeria può essere verniciata in un massimo di sette colori diversi per le versioni a benzina e quattro colori per le opzioni ibride e plug-in.

Se guardiamo invece alla zona posteriore della nuova Hyundai Tucson, la cosa che salta subito all’occhio è la presenza di nuovi fanali posteriori che sono collegati da un fascio di luce. Un dettaglio che esalta la sensazione di larghezza del veicolo. Nel paraurti posteriore spiccano i parafanghi e elementi come le barre e lo spoiler sul tetto.

La nuova Hyundai Tucson è 20mm più alta e 20mm più larga del precedente modello. Anche l’altezza è aumentata di 5mm. Il passo è aumentato di 10 mm rispetto alla terza generazione. Per quanto riguarda invece gli interni, l’attrezzatura tecnologica è davvero importante per questo segmento e categoria. Il quadro strumenti è completamente digitale e offre un display con informazioni davvero utili per la guida.

Nell’abitacolo spicca sicuramente l’ampio touch screen da 10,25 pollici nelle versioni di fascia alta e da 8 pollici nel resto della gamma. Attraverso questo schermo si accede ad un sistema multimediale che consente l’accesso a numerosi servizi digitali online. Si arricchisce il lotto dei sistemi di assistenza alla guida.

Tra questi segnaliamo la presenza di freno di emergenza autonomo con rilevamento pedoni, controllo dell’angolo cieco, assistente alla manutenzione della corsia, controllo del traffico trasversale posteriore con freno autonomo, assistenza al parcheggio a distanza o rilevatore di disattenzione del conducente.

Per quanto riguarda la gamma dei motori, inizialmente la nuova Hyundai Tucson sarà disponibile in un’opzione benzina insieme a una versione ibrida (HEV) e ibrida plug-in (PHEV). A seconda del motore scelto troveremo un cambio manuale o un cambio automatico a otto rapporti. Successivamente arriveranno altri motori. Infine per quanto riguarda la data di lancio, in Europa gli ordini si apriranno nel corso della prima metà del 2021.