Nuova Champions League: come funziona e quanto vale la risposta della UEFA alla Superlega

Riccardo Lozzi

20 Aprile 2021 - 11:53

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo la notizia della nascita della Superlega, il presidente della UEFA Ceferin ha presentato la nuova Champions League, che prevede l’allargamento a 36 squadre e un finanziamento da 6 miliardi di euro.

Nuova Champions League: come funziona e quanto vale la risposta della UEFA alla Superlega

Non si è fatta attendere la risposta della UEFA al comunicato con cui 12 tra le maggiori squadre europee hanno annunciato la nascita della Superlega. Dopo l’uscita della notizia che sta sconvolgendo milioni di tifosi, a prendere la parola è stato il presidente Aleksander Ceferin presentando da Montreux in Svizzera la nuova Champions League.

La riforma della massima competizione continentale è stata votata all’unanimità dal Comitato Esecutivo dell’UEFA, con l’approvazione anche del presidente del Paris Saint-Germain Nasser Al-Khelaifi, il quale sembra sganciarsi definitivamente dal progetto della Superlega.

Nel corso della conferenza stampa, Ceferin ne ha approfittato per levarsi qualche sassolino dalla scarpa, accusando i 12 club fondatori della Super League di “essersi mossi per avidità, sputando in faccia a chi ama il calcio”. Ma l’attacco più duro è stato riservato al patron della Juventus Andrea Agnelli che, per il numero 1 della UEFA, rappresenta “la più grande delusione di tutte, mai visto una persona capace di mentire così di continuo”.

Per quanto riguarda il discorso più sportivo, invece, tra le più importanti novità della nuova Champions League troviamo l’allargamento delle squadre partecipanti, che passano dalle 32 attuali a 36, mentre, attraverso una trattativa in corso con Centricus Asset Management, si prevede di accedere a un finanziamento da 6 miliardi di euro.

Nuova Champions League: come funziona e quali squadre partecipano

Nel format nato per rivoluzionare la Champions a partire dalla stagione 2024-2025, la metodologia studiata per consentire un maggior numero di club si basa sull’accesso nel torneo sempre attraverso meriti sportivi nel proprio campionato nazionale.

Nei 4 posti aggiunti, uno è riservato al terzo classificato nel quinto Paese per ranking UEFA, un altro slot è a disposizione invece alla nazione che si aggiudica il Champions Path e, infine, gli ultimi due spazi a disposizione sono offerti alle squadre con il più alto coefficiente UEFA conseguito nelle ultime 5 stagioni.

A differenza dell’attuale funzionamento, le 36 squadre faranno parte di un unico girone. Ognuna di queste disputerà 10 match, di cui 5 in casa e 5 in trasferta solo andata, decisi attraverso un sorteggio.

Le prime 8 classificate potranno accedere direttamente agli ottavi di finale, mentre tra il 9° e il 24° piazzamento si contenderanno gli 8 posti rimanenti con partite a eliminazione diretta.

Quanto vale la risposta della UEFA alla Superlega

Come spiegato dallo stesso Ceferin, un maggiore e più variegato numero di sfide significa anche un aumento degli introiti per le società.

Così la UEFA, come è stato riportato da Bloomberg, avrebbe intavolato una trattativa con la società di investimenti Centricus Asset Management per riuscire ad ottenere un finanziamento da 6 miliardi di euro a sostegno della controriforma messa in atto in queste ore.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.