Se il futuro è delle auto elettriche, la Cina non vuole farsi trovare impreparata. Anzi, da alcuni anni a questa parte è stata avviata una macchina produttiva capace di creare una domanda sempre crescente e di soddisfarla con industrie supportate dal governo.

A dimostrazione di questo, come se non bastassero previsioni e analisi di mercato, c’è l’elevato numero di case automobilistiche e start up concentrate sulla produzione di auto elettriche.

La prossima sarà Gyon, neonato marchio cinese che sarà presentato l’8 agosto a Los Angeles. I modelli che saranno proposti avranno caratteristiche futuristiche sia per quanto riguarda motorizzazioni e autonomia, sia per quanto riguarda la tecnologia a bordo.

Gyon, supportata dai colossi

La start up Gyon ha dietro Sitech Electric Automobile come principale investitore, che a sua volta è un’azienda in rapida crescita facente parte del gruppo First Automotive Works, uno dei colossi industriali cinesi del settore automobilistico.

La presentazione negli Stati Uniti, precisamente a Los Angeles già fissata per l’8 agosto, non è casuale: infatti, oltre al gruppo FAW come garanzia, per la start up c’è anche la collaborazione premium con gli artigiani del design Gaffoglio Family Metalcrafters, compagnia con sede a Fountain Valley in California.

Auto elettriche Gyon, come saranno

Non si conoscono ancora i dettagli sulle auto che saranno prodotte: sappiamo però che il primo sarà a guida autonoma, avrà uno scatto da 0 a 100 km/h in 4 secondi e avrà un’autonomia da circa 700 km.

La novità è che le auto saranno controllate e gestite da un sistema operativo G-OS, quindi è lecito aspettarsi i migliori infotainment e dotazioni di smart mobility. Per quanto riguarda la guida autonoma, sarà fornita da Bosch e non si conosce ancora se sarà di secondo o terzo livello.

Alla presentazione conosceremo più dettagli sia sulla casa Gyon che sul primo modello che sarà lanciato.