Multe per chi butta la mascherina a terra: ecco cosa si rischia

Isabella Policarpio

18/06/2020

24/08/2021 - 17:41

condividi

Multe salate per chi getta a terra mascherine e guanti dopo l’uso, in alcuni comuni questa pratica è equiparata all’abbandono di rifiuti pericolosi. Tutte le sanzioni per i trasgressori.

Si moltiplicano le mascherine e i guanti monouso gettati a terra e sui marciapiedi delle città italiane. Un comportamento che potrebbe costare molto caro: fino a 500 euro di multa.

Infatti abbandonare le mascherine per strada o al mare, oltre ad essere un gesto incivile, deturpa l’ambiente, inquilina e può costituire un rischio per la salute pubblica poiché nulla esclude che i presidi di protezione abbandonati possano essere infetti.

Moltissimi comuni in tutto lo Stivale stanno provvedendo ad arginare il problema intensificando i controlli della polizia urbana e comminando multe salate a chi viene colto nell’atto di gettare per terra mascherine o guanti: 500 euro a Roma, 450 euro a Nardò in Puglia e 600 euro in diversi comuni dell’Emilia Romagna.

Non sarebbe meglio abbandonare - una volta per tutte - questo malcostume?

Abbandono rifiuti in strada è reato: sanzioni civili e penali

Mascherine a terra: scattano le multe in tutti i comuni italiani

Mascherine e guanti sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana, nei luoghi all’aperto, al lavoro e in ogni ambiente dove non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro. Ma insieme alle misure di sicurezza e prevenzione si accompagna la maleducazione: lo dimostrano le innumerevoli mascherine monouso che ogni giorno vengono abbandonate in strada, al mare, nei parchi, sugli scaffali dei supermercati, insomma ovunque.

Il fatto che guanti e mascherine siano usa e getta (ad eccezione di quelle in tessuto lavabile) non significa che si possano lasciare per terra.

Alcuni comuni sono corsi ai ripari contro i trasgressori già da qualche tempo - a fare da apripista il comune di Nardò in Puglia - e man mano che il tempo passa aumentano i sindaci che prendono dei provvedimenti ad hoc.

Sì perché gettare a terra le mascherine utilizzate non è soltanto un gesto incivile ma è ben più grave della condotta - già di per sé deplorevole - di buttare i rifiuti in strada: agli indiscussi danni all’ambiente si aggiunge il pericolo di infettare altre persone. Ad esempio un bambino potrebbe toccare una mascherina o un guanto abbandonato da una persona positiva e poi portare le mani alla bocca, una circostanza difficile da realizzarsi (dato che il virus resta “attaccato” al tessuto per 24 ore) ma non impossibile.

L’importo della multa varia da città a città, ma nessun sindaco è disposto a tollerare questo comportamento; in media la cifra della sanzione si aggira sui 500 euro ma ci sono dei casi in cui è particolarmente elevata: a Castelfranco Emilia chi abbandona le mascherine a terra può ricevere una multa da 600 a 6000 euro questo perché il sindaco con un’ordinanza ha equiparato le mascherine ai “rifiuti pericolosi”.

E quindi dove vanno gettati mascherine e guanti dopo l’utilizzo? Stando alle indicazioni degli esperti nell’indifferenziato, meglio ancora se gettati nell’immondizia della propria casa e non in giro, anche perché dopo ci si dovrebbe lavare accuratamente le mani.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it