Borsa, MPS: analisi, livelli e target price per il titolo Montepaschi

Riccardo Sassola

9 Ottobre 2015 - 14:38

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tutti guardano alle popolari, ma non dimentichiamo che tra le banche c’è il Montepaschi che rimane a tutti gli effetti una possibile preda

In questi ultimi tempi tutti i fari sono puntati sulle banche popolari, la loro trasformazione in Spa e le varie possibilità di fusione e aggregazioni tra di esse.

Tutto il resto del comparto bancario è al momento dimenticato, trascurato, ma non ci scordiamo che anche li qualcosa c’è.

Tutti guardiamo alle popolari ma ci siamo scordati che tra le banche esistono due gruppi, con problemi vero, come Montepaschi di Siena o Banca Carige che possono essere delle ottime prede di gruppi più grandi o di qualche popolare??

Se però Banca Carige ha comunque dopo il secondo aumento di capitale trovato un gruppo d’investitori che possono indirizzare nuovamente la banca sui binari giusti, questo non è accaduto a Montepaschi.

La banca senese se da un lato ha una buona raccolta, incrementata anche nel 2015, ha dall’altro una situazione finanziaria di forte incertezza tanto è vero che negli ultimi 12 mesi l’ha portata a fare ben due aumenti di capitali molto sostanziosi.

In questi giorni passati è arrivata la notizia positiva che il gruppo senese ha chiuso il contenzioso con Nomura sul derivato Alexandria.

Anche se il nuovo presidente ha dichiarato che sul tavolo del MPS non ci sono in programma operazioni di fusione o integrazione rimane poco credibile il fatto che la banca possa continuare a rimanere sola, anche considerando il fatto che la ricerca di partner era uno tra gli obiettivi preposti.

Questa situazione ovviamente non è un qualcosa di immediato o certo, però nel medio periodo qualche probabilità c’è.

MPS: analisi tecnica e prospettive.

Il titolo dopo le incertezze di settembre, dove ha segnato una perdita del 25%, ha rimbalzato registrando un movimento che l’ha portato da 1,50 fino a superare la resistenza di 1,70.

Dopo questo movimento ovviamente sarebbe opportuno un po’ di ritraccio che potrebbe fornire, se non troppo brusco, anche delle buone occasioni d’acquisto e dare la possibilità di superare la prima resistenza in area 1,836.

Un ritracciamento può essere considerato propedeutico e salutare a patto che non rompa il livello di supporto in area 1,60 poiché altrimenti si rischierebbe di avvicinarsi ai livelli di fine settembre se non di fine agosto.

Fissare un target price, se ragioniamo con un’ottica che vede l’MPS come possibile preda, rimane difficile da scegliere poiché è attualmente impossibile fare questo tipo di valutazioni.

Questo articolo è pubblicato a titolo puramente informativo e non intende fornire nessun consiglio d’investimento. Leggi il disclaimer completo.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories