Modello 730: i rimborsi oltre i 4000 euro arriveranno a Ottobre

Simone Casavecchia

11 Giugno 2014 - 10:17

condividi

In caso di detrazioni per carichi familiari o per il precedente versamento di tasse in eccesso, il rimborso è posticipato a Ottobre

Nuove regole per i rimborsi del Modello 730 che vanno oltre i 4000 euro. In base alla Legge di Stabilità 2014 (Legge 147/2013, articolo 1, commi 586 e 587), infatti, la restituzione del rimborso del Modello 730, per i contribuenti che godono di detrazioni per carichi familiari o per i contribuenti che nell’anno precedente hanno versato più tasse di quelle dovute e riportino, quindi, un’eccedenza di imposta, non avverrà a Luglio, come succedeva precedentemente ma bisognerà attendere fino a Ottobre.

In realtà, in base a una nota dell’Agenzia delle Entrate, si evince che le categorie di contribuenti indicate sopra, i cui rimborsi per il Modello 730 superano i 4000 euro, potrebbero essere sottoposti a controlli e verifiche che comunque avranno un termine preciso. Nel caso in cui gli accertamenti fiscali dessero esito negativo e il contribuente fosse in regola con dichiarazioni e versamenti, i rimborsi saranno disposti entro il prossimo Ottobre, ovvero entro il termine massimo dei sei mesi, indicato dalla Legge di stabilità stessa.

La stessa nota dell’Agenzia delle Entrate segnala come la necessità di effettuare controlli e verifiche specifiche sui contribuenti a cui spettano rimborsi oltre i 4000 euro, sia determinata dallo specifico obiettivo e evitare frodi fiscali tanto sul fronte delle detrazioni per i carichi di famiglia quanto sul versante delle eccedenze d’imposta per anni precedenti a quello della dichiarazione stessa. Uno dei maggiori problemi è tuttavia, l’applicazione di queste nuove regole che entreranno in vigore proprio a partire dai Modelli 730 presentati quest’anno.

Qualora, infatti, un contribuente avesse deciso di sfruttare le detrazioni per la ristrutturazione della casa (50%, per un massimo di 96000 euro di spesa), per il risparmio energetico (65%) e avesse anche usufruito del bonus per i mobili e i grandi elettrodomestici, potrebbe determinarsi situazioni in cui al contribuente stesso dovrebbe essere restituita una somma ingente dal Fisco.

Nella stessa nota di chiarimento dell’Agenzia delle Entrate, è stato comunque specificato che le nuove regole riguarderanno un gruppo ristretto di contribuenti italiani, probabilmente circa 100.000 persone, ossia meno dello 0,5% dei contribuenti (18.000.000) che presentano il Modello 730 e meno dell’1% dei contribuenti che richiedono un rimborso fiscale attraverso lo stesso Modello 730.

Prima dell’Agenzia delle Entrate era intervenuta sul tema anche la Commissione Finanze della Camera che, con una risoluzione approvata all’unanimità, richiedeva un impegno preciso, da parte del Governo, sulla questione dei tempi certi. Quel che i deputati hanno chiesto è, in altri termini, una revisione della stessa Legge di Stabilità, e la garanzia che per i contribuenti che hanno superato la soglia dei 4.000 euro di rimborsi, di un termine certo per l’erogazione del rimborso stesso.

Iscriviti a Money.it