Mercati oggi: la Cina spinge l’Asia. Bitcoin recupera dopo il tonfo

Violetta Silvestri

19 Aprile 2021 - 08:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Mercati oggi all’insegna della fiducia nello slancio economico. L’Asia guadagna trainata dalla Cina, mentre si attendono nuovi utili societari. Che succede in Borsa?

Mercati oggi: la Cina spinge l'Asia. Bitcoin recupera dopo il tonfo

Mercati oggi: le azioni asiatiche oscillano vicino ai massimi delle scorse settimane.

A spingere sui guadagni ci sono aspettative che la politica monetaria rimarrà accomodante in tutto il mondo, mentre il lancio del vaccino aiuta ad alleviare i timori di un’altra pericolosa ondata di infezioni.

In Asia, è la Cina a guidare il rialzo, mentre sul fronte criptovalute Bitcoin recupera le ingenti perdite del fine settimana.

Che succede oggi nei mercati?

Mercati: che succede oggi? Sentiment positivo

Le azioni cinesi hanno sovraperformato a fronte dell’allentamento dei timori sulla salute dell’impresa statale China Huarong Asset Management Co., un gestore di crediti inesigibili.

L’India è scivolata al minimo di due mesi dopo che i casi quotidiani di virus hanno raggiunto un record.

I contratti Nasdaq 100 hanno avuto una spinta in quanto i rendimenti del Tesoro sono diminuiti. I futures europei sono aumentati ei contratti S&P 500 sono rimasti stabili dopo che l’indicatore statunitense ha segnato una quarta settimana di guadagni.

Nello specifico, l’indice MSCI più ampio di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone ha raggiunto 695,59, a una distanza notevole dal massimo di venerdì di 696,48, un livello che non si vedeva dal 7 aprile.

L’indice è balzato dell’1,2% la scorsa settimana ed è aumentato del 5% quest’anno, sulla buona strada per il suo terzo guadagno annuale consecutivo.

Gli asset di rischio beneficiano, secondo gli esperti, della sicurezza data dalla politica monetaria accomodante delle banche centrali.

Nel dettaglio, in Cina l’indice Shanghai guadagno l’1,25% alle ore 8.15 e lo Shenzen il 2,6%. In Giappone, il Nikkei è più instabile, con oscillazioni. Nello stesso orario perde lo 0,06%.

Gli ultimi dati macroeconomici di Tokyo, di oggi, hanno evidenziato un balzo delle esportazioni a marzo, con un +16,1% e un surplus commerciale degno di nota pari a 663,72 miliardi di yen. A diminuire, invece, è stata la produzione industriale, che ha messo a segno un -1,3% mensile.

Bitcoin in recupero, dollaro sui minimi

Bitcoin, la più grande criptovaluta del mondo, ha recuperato la maggior parte delle sue perdite dopo essere crollato fino al 14% domenica.

Le speculazioni che il Tesoro degli Stati Uniti potrebbe cercare di reprimere l’attività di riciclaggio di denaro all’interno delle risorse digitali aveva favorito il tonfo.

Inoltre, il sito web di dati CoinMarketCap ha citato un blackout nella regione cinese dello Xinjiang, che secondo quanto riferito alimenta molte attività di estrazione di bitcoin, per il selloff.

Il ritiro del Bitcoin arriva anche dopo che la banca centrale turca ha vietato l’uso di criptovalute per gli acquisti.

Nelle valute, il dollaro USA si è aggirato vicino al minimo di quattro settimane poiché gli investitori sostengono sempre di più l’idea che Federal Reserve manterrà una posizione politica accomodante per lungo periodo.

L’indice del dollaro che misura il biglietto verde contro un paniere di sei valute è rimasto invariato a 91,612, non lontano dal suo minimo dal 18 marzo toccato venerdì.

Argomenti

# Borse
# Asia
# azioni

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.