Chi è e quanto guadagna Luca Morisi, lo spin doctor di Matteo Salvini?

La biografia e lo stipendio di Luca Morisi, capo dell’ufficio comunicazione di Matteo Salvini e da molti considerato come il vero artefice dell’ascesa del leader della Lega.

Chi è e quanto guadagna Luca Morisi, lo spin doctor di Matteo Salvini?

Un vecchio detto recita “dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna”. Dietro l’ascesa di Matteo Salvini, vista la rottura con Elisa Isoardi e il solo recente nuovo fidanzamento con Francesca Verdini, c’è invece lo spin doctor Luca Morisi.

Da quando la strada di Salvini si è incrociata con quella di Morisi è iniziata la scalata della Lega tanto che, il giorno stesso che si è insediato al Viminale, il leader del Carroccio ha assunto anche il suo fidato collaboratore con il suo stipendio che ora è quindi a carico del Ministero.

La biografia di Luca Morisi

Faccia pulita e taglio di capelli che ricorda quello dei tempi d’oro dei Beatles, Luca Morisi fino a poco tempo fa era un nome conosciuto soltanto agli addetti ai lavori. Quando però sotto le festività pasquali su Facebook ha pubblicato una foto di Matteo Salvini con in mano un mitra, ecco che la sua figura è diventata di dominio pubblico.

Nato a Mantova il 10 ottobre del 1973 dopo una carriera scolastica impeccabile, 60/60 alla maturità scientifica e 110/110 con tanto di lode per la laurea in Filosofia presso l’Università di Verona, inizia alcune collaborazioni nel campo dell’editoria.

Entrato poi nel Consiglio d’Amministrazione di alcune aziende, dal 2004 fino al 2015 svolge il ruolo di professore a contratto presso la facoltà di Lettere dell’Università di Verona tenendo i corsi “Siti web e filosofia” e “Laboratorio di informatica filosofica”.

Nella vita di Luca Morisi quindi si può dire che ci siano due grandi amori: la filosofia e il web. Nel 2009 quindi insieme al socio Andrea Paganella fonda la Sistema Intranet, azienda che si occupa di comunicazione tramite internet.

Nel 2013 viene così assunto da Matteo Salvini, all’epoca eurodeputato e fresco nuovo segretario della Lega, con il ruolo di responsabile della comunicazione e social media strategist.

A dire il vero questo non è stato il primo punto di contatto tra Morisi e la Lega, visto che in passato era stato a Mantova sia consigliere provinciale che circoscrizionale sempre tra le fila del Carroccio.

“La Bestia”

Nel 2013 la Lega è un partito che ha toccato il suo minimo storico del 4%, travolto dagli scandali che hanno riguardato la famiglia Bossi e il tesoriere Belsito. Quando Salvini diventa il nuovo segretario però cambia tutto.

Sei anni dopo il Carroccio è adesso al governo insieme al Movimento 5 Stelle e, secondo gli istituti di indagine, alle elezioni europee si appresta a essere il primo partito del paese con oltre il 30% dei voti.

Artefice di questo miracolo politico che probabilmente non ha eguali in Occidente è Matteo Salvini, ma senza dubbio tutto questo non sarebbe stato possibile senza “La Bestia”, ovvero uno strumento che sarebbe in grado di monitorare e analizzare gli umori degli utenti social.

Così facendo, lo staff comunicativo di Salvini è riuscito a indirizzare al meglio i post dell’attuale vice premier, che infatti tramite i social ha visto accrescere sempre più il suo consenso.

Proprio a Morisi si deve l’ideazione del soprannome Il Capitano che tanto piace ai fans del ministro, oltre al tanto chiacchierato Vinci Salvini che, giunto ora alla sua seconda edizione, mette in palio la possibilità di conoscere di persona il leader della Lega per chi mette più like sui social.

Lo stipendio

Al momento Luca Morisi oltre a essere sempre socio amministratore della Sistema Intranet, fa anche parte dello staff comunicazione del ministro Matteo Salvini che lo ha assunto, insieme al socio Andrea Paganella, appena arrivato al Viminale.

Con il ruolo di consigliere strategico della comunicazione, Morisi può contare adesso su uno stipendio da 65.000 euro lordi all’anno. Meglio è andato però a Paganella, che incassa invece 86.000 euro.

Con il tempo il ministro Salvini ha poi ampliato il suo staff dedito alla comunicazione all’interno del Ministero, assumendo tra gli altri anche Leonardo Foa che è il figlio di Marcello Foa attuale presidente della Rai voluto proprio dalla Lega.

In totale per l’intero staff comunicazione del ministro la spesa totale annua è di 314.000 euro. Più di una voce ha criticato il fatto che in pratica chi gestisce la macchina di propaganda social di Salvini è pagato dai cittadini, anche se ogni ministro naturalmente è libero di assumere persone di fiducia all’interno del proprio staff.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Matteo Salvini

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.