Crollo lira turca, Erdogan caccia il governatore della banca centrale

Lira turca di nuovo in discesa contro euro e dollaro. Il presidente Erdogan ha licenziato il governatore della banca centrale per divergenze d’opinioni sui tassi.

Crollo lira turca, Erdogan caccia il governatore della banca centrale

La lira turca affronta una nuova fase di debolezza. Nella sessione di lunedì la valuta viaggia in ribasso dell’1,8% contro il dollaro (USD/TRY) e contro l’euro.

Il motivo, ancora una volta, è da ricercare nell’operato del presidente della Turchia, Tayyip Erdogan, e nella gestione dei tassi di interesse del Paese, al momento al 24%.

Lira turca di nuovo giù, colpa di Erdogan

Erdogan ha licenziato il governatore della banca centrale turca, a causa delle ampie differenze tra le loro visioni sul fronte della tempistica dei tagli ai tassi di interesse volti a rilanciare l’economia colpita dalla recessione.

Il governatore Murat Cetinkaya, il cui mandato quadriennale era in scadenza nel 2020, viene ora sostituito dal suo vice Murat Uysal, attraverso un decreto presidenziale pubblicato all’inizio della giornata di sabato nella gazzetta ufficiale.

Uysal, che ha ricoperto il ruolo di vice governatore per tre anni prima del licenziamento del suo capo, è conosciuto come uno dei membri più accomodanti in materia di tassi d’interesse della banca centrale turca.


Andamento del cambio USD/TRY dal 30 giugno 2019 ad oggi

Lira turca in discesa, taglio tassi in arrivo?

Non è stata fornita alcuna motivazione ufficiale che spieghi il licenziamento, ma fonti di governo vedono la frustrazione di Erdogan causata dal mantenimento dei tassi di interesse da parte della banca centrale al 24% ormai dallo scorso settembre per sostenere la moneta in lira in difficoltà.

Il quotidiano Hurriyet riporta che Erdogan ha riferito ai parlamentari del suo partito di aver licenziato Cetinkaya per aver rifiutato le sue ripetute richieste di tagliare i tassi di interesse.

Secondo gli analisti la banca centrale turca potrebbe iniziare un ciclo di allentamento della politica monetaria in occasione della prossima riunione in programma il 25 luglio.

Tale licenziamento precede di pochi giorni la presa in consegna di sistemi di difesa aerea russi da parte della Turchia, una scelta che potrebbe innescare delle sanzioni statunitensi causando una conseguente forte pressione sulla lira turca.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su Lira Turca (TRY)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.