Libretto Smart Poste 2017 conviene? Rendimenti, opinioni e rischi

Libretto Smart 2017 di Poste Italiane conviene? Ecco rendimento, le opinioni degli utenti, i rischi e come aprire questo conto risparmio alle Poste. Guida completa

Libretto Smart Poste 2017 conviene? Rendimenti, opinioni e rischi

Libretto Smart conviene ancora? Vediamo il rendimento, i rischi sul libretto e tutte informazioni da sapere prima di aprire il conto di risparmio di Poste Italiane.

Il Libretto Smart offerto da Poste Italiane attrae molti risparmiatori che non vogliono rischiare di investire sui mercati. Gli elementi più apprezzati sono la stabilità , dato che è emesso da Cassa Depositi e Prestiti e soprattutto il rendimento certo promesso ai proprietari del Libretto Smart.
Per capire se conviene aprire un libretto Smart si devono valutare i vantaggi e i rischi.

Il Libretto Smart può essere sottoscritto solo presso uno degli uffici di Poste Italiane,
diffidate quindi di altri siti che vi propongono Libretto Smart, dal momento che potrebbero essere delle truffe.

Qual è il suo rendimento? Il Libretto Smart conviene? Se queste sono le domande che vi state ponendo siete nel posto giusto. Risponderemo infatti a tutti i vostri quesiti e proveremo a scrivere un guida completa sull’argomento Libretto Smart.

Libretto Smart Poste Italiane: cos’è?

Il Libretto Smart è una delle proposte di gestione del risparmio di Poste Italiane.
Si tratta di uno strumento di deposito finanziario nominativo e, a scelta del risparmiatore, può essere emesso sotto due forme (a partire da novembre 2016):

  • libretto cartaceo, rappresentati da un documento fisico
  • libretto dematerializzato, rappresentati da monimenti contabili


Intestatari
Il Libretto Smart può essere intestato solo a maggiorenni persone fisiche. È possibile cointestare il libretto per non più di quattro persone. I cointestatari possono operare indipendentemente gli uni dagli altri.
Ogni persona o lo stesso gruppo di persone può essere esclusivamente titolare di un solo Libretto Smart.

Di seguito, il documento di Poste Italiane che spiega nel dettaglio tutte le caratteristiche del Libretto Smart.

Libretto Smart: figlio informativo

Libretto Smart Poste 2017: conviene? Rendimento e tasse

In molti definiscono il Libretto Smart Poste un investimento sicuro.
Possiamo affermare che rientra in quelli che vengono comunemente definiti “pacchetti a basso rischio”, poiché protetti dalla garanzia dello Stato Italiano. Il rischio che permane, naturalmente, è che lo Stato fallisca. È pur vero, però, che il tasso di interesse base è dello 0,001%.

Più che un investimento sicuro, dunque, per ora il Libretto Smart sembra un posto alternativo ma equivalente al materasso dove mettere i propri soldi.

La seconda domanda ci si deve porre in questi casi è: quanto guadagno con il Libretto Smart di Poste? L’investimento vale veramente la pena?

A questo punto spetta alla persona decidere se ne valga o meno la pena. Il risparmiatore deve infatti capire se preferisce un investimento sicuro, ma con un rendimento basso o il contrario.

Se la vostra preferenza ricade sul rendimento, e dunque non vi accontentate di questa percentuale, il Libretto Smart Poste non fa per voi e, pertanto, vi suggeriamo di rivolgervi ad altri strumenti.

Se, al contrario, preferite dormire sonni tranquilli e rinunciare a guadagni più consistenti, il Libretto Smart Poste si configura come una buona possibilità per preservare il vostro denaro dall’inflazione.
Con altri strumenti finanziari infatti la possibilità di perdere i propri risparmi è molto alta.

Vi ricordiamo, inoltre, che gli interessi del Libretto Postale Smart vengono sottoposti alla tassazione del 26%.
Dunque gli effettivi guadagni saranno anche tassati, in compenso però avrete la sicurezza che il vostro capitale iniziale non subirà diminuzioni.

Libretto Smart Poste 2017: come funziona?

Veniamo adesso alle caratteristiche del Libretto Smart Poste 2017 e al suo funzionamento. Come più volte sottolineato dall’azienda e dai numerosi spot trasmessi in TV, il pacchetto è totalmente gratuito sia per quel che riguarda la sottoscrizione, sia per le operazioni di versamento e prelievo.

Queste operazioni possono essere effettuate presso qualsiasi sportello Postamat o tramite un’app per smartphone appositamente creata da Poste Italiane.
Uno dei vantaggi è infatti la possibilità di operare anche con il proprio smartphone e tablet, senza doversi recare all’ufficio delle Poste.

Aprire il Libretto Smart Poste 2017 è piuttosto semplice: sarà sufficiente recarsi presso lo sportello del più vicino ufficio postale e presentare i propri dati bancari, per ricevere il Libretto con un IBAN su cui eseguire i versamenti.

Se si vuole aprire un Libretto Smart essendo già in possesso di un libretto di risparmio o un conto di Poste Italiane le operazione saranno ancora più semplici.Si potrà infatti effettuare un girofondo usando la propria carta, associata al libretto o al conto.

Attenzione: una volta ottenuto l’IBAN, le successive operazioni potranno essere effettuate da casa, grazie all’home banking.

Un altro appunto: molti di voi, probabilmente, ricorderanno il tasso premiale offerto da Poste Italiane nel 2015, che ammontava all’1,25%, e che ha catturato l’attenzione di molti risparmiatori.

Sfortunatamente, si è trattato di un brevissimo squarcio: nel 2017, infatti, la percentuale è tornata ad essere sotto lo 0,01%.

Libretto Smart 2017: carta legata al libretto

Al proprio Libretto Smart è collegata una carta, che viene associata ad esso e che può essere richiesta gratuitamente. La carta libretto postale offre infatti molti vantaggi, ma non si utilizza come una normale carta di credito.

Mediante questa carta non è infatti possibile pagare nei negozi fisici o effettuare acquisti online, dal momento che non è preposta a questo compito. Si potranno effettuare invece le seguenti operazioni:

  • effettuare versamenti sul libretto presso Uffici Postali;
  • prelevare contanti dal Libretto in tutti gli Uffici Postali e gli sportelli automatici (ATM) del circuito Postamat;
  • controllare il saldo e la lista movimenti del Libretto negli uffici di Poste e agli sportelli (ATM) del circuito Postamat;
  • effettuare operazioni di Girofondi da o verso Libretto Smart da Ufficio Postale e dagli sportelli automatici (ATM) del circuito Postamat;

    La carta non prevede un costo annuale, ma è del tutto gratuita per i clienti che la vogliono associare al proprio Libretto postale. In questo modo si risparmierà infatti tempo e non sarà necessario recarsi da un operatore per chiedere il saldo o ritirare i soldi.

Libretto Smart 2017: vantaggi e rischi

Concludendo, il Libretto Smart Poste Italiane 2017 è una valida soluzione per mettere da parte qualche risparmio, magari in attesa di soluzioni migliori: l’andamento di Poste Italiane è positivo e dunque non vi è alcun rischio di perdere quanto investito.

Quindi il maggiore vantaggio di questo libretto di risparmio è senza dubbio la sua sicurezza. Non ci si dovrà infatti preoccupare quando si andranno a richiedere saldo e lista movimenti.

Il grande svantaggio sono senza dubbio i tassi d’intersse, che di certo non permettono di avere grandi ricavi.
Quindi se cercate opzioni per guadagnare il consiglio è quello di rivolgervi altrove, poiché i ricavi previsti per il libretto sono veramente irrisori.

Per farvi capire bene la situazione su 10.000 euro depositati, in un anno si otterrebbero meno di 5 euro. Questo è però il prezzo che si deve pagare se si vogliono tenere al sicuro i propri soldi, senza però doverli nascondere sotto al materasso.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Risparmio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.