Libia, svolta da Tripoli: annunciati il cessate il fuoco e nuove elezioni

Il governo di al-Sarraj annuncia il cessate il fuoco in Libia e nuove elezioni per marzo 2021. Una svolta per il futuro del Paese?

Libia, svolta da Tripoli: annunciati il cessate il fuoco e nuove elezioni

Il governo di Tripoli ha annunciato in queste ore due importanti novità per il futuro della Libia. Il primo ministro Fayez al-Sarraj e il presidente della Camera dei rappresentanti Aguila Saleh hanno infatti dichiarato congiuntamente il cessate il fuoco e l’intenzione di indire nuove elezioni nei prossimi mesi, con orizzonte marzo 2021.

Al momento, però, non si ha alcuna reazione da parte di Haftar, nonostante siano comprese nella auspicata cessazione della guerra libica anche Sirte e Jufra, al momento sotto l’influenza delle forze del generale.

Cessate il fuoco e nuove elezioni, nuovo futuro per la Libia?

Arrivano però i commenti del presidente egiziano al-Sisi, tra i maggiori alleati internazionali dello stesso Haftar che plaude a questa notizia esprimendo il suo parere con un post su Twitter: “È un passo importante per ridare stabilità al Paese”.

L’obiettivo di questo accordo, come dichiarato dallo stesso Serraj, è quello di “espellere tutte le forze straniere e i mercenari presenti sul territorio libico e restituire piena sovranità al Paese”.

Al momento, infatti, tra i sostenitori del generale Haftar si contano, oltre all’Egitto, anche la Russia, la quale detiene il controlla di una base militare aerea proprio a Jufra.

Le reazioni internazionali

Tutta la comunità internazionale sta esprimendo soddisfazione. Oltre ai governi nazionali occidentali, anche la missione libica dell’ONU Unsmil, tra i principali fautori delle trattative, ha affermato con una nota: “Accogliamo con favore le dichiarazioni del Consiglio di Presidenza e della Camera dei Rappresentanti volte a un cessate il fuoco e all’attivazione del processo politico”.

La Farnesina, dato anche il ruolo importante dell’Italia nei fatti riguardanti Libia, ha twittato sul proprio account il seguente commento sulla vicenda: “L’Italia accoglie con grande favore gli ultimi sviluppi e continuerà a svolgere il suo ruolo attivo di facilitazione per una soluzione politica alla crisi”.

Si attendono quindi importanti sviluppi su quello che potrebbe essere un avvenimento storico per il Paese nordafricano, con importanti ripercussioni anche a livello internazionale.

Argomenti:

Libia Guerra

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories