Juventus: buco di oltre 113 milioni per il 2020/21. Rischio cessioni eccellenti?

Riccardo Lozzi

26 Febbraio 2021 - 13:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Nel primo semestre della stagione 2020/2021 la Juventus ha registrato perdite pari a 113,7 milioni di euro. Una situazione finanziaria difficile che potrebbe portare a cessioni eccellenti a giugno.

Juventus: buco di oltre 113 milioni per il 2020/21. Rischio cessioni eccellenti?

La Juventus si trova ad affrontare uno dei suoi periodi più difficili degli ultimi anni. Non solo dal punto di vista sportivo, che la vede in campionato a rincorrere l’Inter, data ormai per favorita per lo scudetto e con un piede fuori dalla Champions League, in seguito alla sconfitta nell’andata degli ottavi di finale con il Porto.

A pesare per il club bianconero è anche, e soprattutto, la situazione finanziaria. Nel primo semestre della stagione 2020/2021 sono stati registrati 113,7 milioni di euro di perdite, con una contrazione netta rispetto ai 50,3 milioni di euro del precedente esercizio.

Oltre 60 milioni di euro di saldo negativo quindi per la Juventus, che nello stesso periodo vede peggiorare quasi tutti i propri dati economici. I ricavi, infatti, sono scesi da un totale di 322,3 milioni del semestre precedente all’ammontare attuale di 258,3 milioni di euro, mentre sui costi si è osservato un aumento da 260,9 a 263,4 milioni di euro.

Tra i pochi risultati positivi, invece, si è assistito a un aumento dei ricavi derivanti dai diritti televisivi, arrivati a toccare quota 27,4 milioni di euro, grazie anche al maggior numero di partite giocate in questo periodo, insieme a un avanzo di 46,2 milioni di euro ottenuto nell’ultima campagna trasferimenti.

Buco da 113 milioni per il 2020/21 per la Juventus

Ovviamente la causa principale da cui derivano tali problematiche per il bilancio è l’impatto devastante che ha avuto, e continua ad avere, la pandemia da Covid-19 sul calcio e su tutto il mondo dello sport.

La società guidata da Andrea Agnelli, in particolare, ha dovuto rinunciare ai proventi derivanti dagli incassi dell’Allianz Stadium, oltre al merchandising su cui poteva contare attraverso i negozi adiacenti e lo Juventus Museum.

Nonostante le passività, la proprietà ha dichiarato una solidità patrimoniale e di liquidità, grazie alle quali è possibile garantire una continuità aziendale, assicurando la stabilità agli azionisti.

Rischio cessioni eccellenti a giugno

Tuttavia, viene anchefatto riferimento alla possibilità di far fronte agli oneri finanziari da sostenere attraverso la vendita “delle prestazioni sportive dei calciatori”, prefigurando quindi il rischio di possibili cessioni eccellenti dei componenti della rosa il prossimo giugno.

La possibile ancora di salvezza potrebbe arrivare dal possibile, ma difficile, passaggio del turno in Champions League. Nel ritorno del 9 marzo a Torino, Pirlo dovrà ribaltare il risultato di 2-1 subito al Dragão che ha mostrato i limiti di gioco dei bianconeri.

I tifosi juventini si aspettano quindi un cambio di passo, anche dal simbolo Cristiano Ronaldo, apparso spento nel “suo” Portogallo, che potrebbe permettere alla società di incassare i premi legati al superamento del turno, senza dover cedere in estate i pezzi pregiati e smantellare la squadra.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories