Sarebbe Jeep Renegade la maggiore indiziata a subire il famigerato taglio di produzione a Melfi di cui si parla ormai da diversi giorni. In precedenza vi abbiamo riportato la notizia secondo cui circolano con insistenza voci su una chiusura di una linea di produzione dello stabilimento di Melfi ex Fiat Chrysler Automobiles e adesso facente parte di Stellantis.

Stellantis potrebbe tagliare la linea di produzione di Jeep Renegade a Melfi

Nelle ultime ore le voci su questo clamoroso taglio si sono intensificate ed è uscita fuori l’indiscrezione secondo cui il taglio riguarderebbe proprio la linea di produzione di Jeep Renegade. Cosa questo possa significare al momento non è chiaro. Nel senso che non è ancora noto se l’intenzione di Stellantis sia quella di interrompere definitivamente la produzione di Jeep Renegade in Italia per trasferirla all’estero oppure si tratterà semplicemente di una riduzione della produzione.

Al momento sembra più probabile la prima ipotesi. Ricordiamo che oltre Jeep Renegade a Melfi vengono prodotte anche Fiat 500X e Jeep Compass. La verità si dovrebbe conoscere il prossimo 15 aprile quando a Torino si svolgerà un incontro tra i sindacati e i vertici di Stellantis.

A quel punto si capirà quali sono realmente le intenzioni dell’amministratore delegato Carlos Tavares che ha fatto discutere quando dopo aver visitato gli stabilimenti italiani del gruppo ha commentato che i costi di questi impianti erano troppo elevati.

Ricordiamo che Jeep Renegade è il modello di Jeep più venduto in Italia e uno dei più venduti a livello globale. Le unità di Renegade prodotte a Melfi vengono esportate in tutti i continenti. Se il taglio della linea di produzione dovesse essere confermato è facile ipotizzare che la produzione di questo modello possa venire spostata in paesi in cui i costi di produzione sono più bassi in maniera da aumentare i profitti.