Dopo l’incubo Dieselgate che negli Stati Uniti è costato davvero caro a Volkswagen, la casa automobilistica tedesca potrebbe essere di nuovo in difficoltà, poiché l’ITC statunitense sta indagando sulle denunce per violazione di brevetti detenuti da Jaguar Land Rover dopo che quest’ultima ha presentato una denuncia ufficiale nel novembre di quest’anno.

Pesanti accuse di Jaguar Land Rover nei confronti di Volkswagen

L’indagine è il passo successivo dopo che le cause sono state depositate nel New Jersey e nel Delaware. Le cause sono state intentate contro Volkswagen e anche contro Porsche, Lamborghini e Audi, che fanno parte dello stesso gruppo automobilistico.

Tra le auto coinvolte anche Lamborghini Urus, Volkswagen Tiguan e Audi Q8

Le case automobilistiche sono accusate di aver utilizzato «determinati sistemi di controllo del veicolo» per la guida fuoristrada che il gruppo britannico Jaguar Land Rover ritiene violino i suoi brevetti. Tra i modelli coinvolti in questa indagine auto del calibro di Lamborghini Urus, Volkswagen Tiguan, Audi Q8, Audi Q7, Porsche Cayenne, Audi Q5, A6 allroad e Audi e-tron.

La casa di Wolfsburg respinge le accuse al mittente

Secondo Jaguar Land Rover, questi modelli avrebbero utilizzato le invenzioni brevettate dal produttore inglese senza alcun pagamento o autorizzazione. A proposito di queste accuse, Volkswagen ha dichiarato di credere fermamente che le affermazioni siano infondate e difenderà la propria posizione in merito.

Vedremo dunque come si evolverà la situazione e se queste accuse che vengono rivolte al produttore automobilistico di Wolfsburg porteranno a conseguenze legali o sanzioni economiche per la casa automobilistica che ancora oggi deve fare i conti con le conseguenze del dieselgate.