Italia: produzione industriale, un tracollo lungo 5 anni

La produzione industriale italiana scende del 3% a ottobre, ai minimi dall’agosto 2013. L’industria italiana sta pericolosamente traballando e i dati degli ultimi 5 anni palesano l’inefficacia delle misure anti-crisi varate dai vari Governi

La produzione industriale è scesa dello 0,1% congiunturale (indice destagionalizzato) a ottobre e del 3% tendenziale (indice grezzo).

Questi i dati, desolanti, pubblicati dall’Istat poche ore fa. L’istituto Nazionale di Statistica, ci comunica anche che nel corso degli ultimi 10 mesi, il ribasso grezzo della produzione industriale si è assestato all’1,3% annuale. L’indice corretto per gli effetti di calendario e’ sceso sempre del 3% tendenziale.

Dei risultati che esplicitano chiaramente quanto sia profonda la crisi dell’industria italiana. Per ritrovare un dato peggiore, bisogna guardare a più di un’anno fa e più precisamente all’agosto del 2013, mese in cui la produzione industriale scese del 4,6% tendenziale. Un ribasso come quello di ottobre rappresenta il quarto calo mensile consecutivo (-1,6% a luglio, -0,7% ad agosto,-2,7% a settembre) e palesa agli occhi di tutti quanto il rischio recessione sia vicino: il rosso sul bilancio di gennaio-ottobre 2014 è ormai di quasi un punto percentuale.

Ad ottobre la frenata più ampia è stata effettuata dai beni di consumo (-4%) e dai prodotti intermedi (-4,2%).

Parlando proprio dei singoli settori:in positivo solo trasporti ed elettronica, in pari tessile e abbigliamento, mentre crollano elettrici, farmaceutica, alimentari e settori vasti del made in Italy manifatturiero come macchinari e prodotti in metallo.

Gli unici dati positivi arrivano dai risultati mensili destagionalizzati (confronto tra settembre e ottobre), dove si registra una crescita importante di beni di consumo durevole e beni strumentali.

Produzione industriale 2009-2014
La crisi che affligge l’economia italiana, e mondiale, dura ormai da 6 anni. Nell’arco di tutto questo tempo, l’Italia non è riuscita a cambiare marcia, non è riuscita ad attuare le misure necessarie per risollevare il Paese dalla recessione. Il grafico pubblicato sotto, raffigurante l’andamento della produzione industriale degli ultimi 5 anni, esplicita chiaramente come, nonostante anni di annunci e belle parole, nonostante riforme promesse, inattuate o inefficaci, la crisi è ancora prepotentemente presente.

Un tempo l’industria era il motore della Nazione. Ad oggi rischia di diventare l’ennesima vittima di un’economia in affanno.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.