Invalsi 2017, Bando osservatore esterno: come fare domanda? Requisiti, scadenze e compensi

Prove Invalsi 2017, bandi USR per osservatore esterno in uscita. Ecco chi può fare domanda, compensi e compiti degli osservatori esterni INVALSI 2017.

Invalsi 2017, novità: bandi per osservatori esterni. Chi può fare domanda e modalità di partecipazione al bando. Ecco requisiti, scadenze e compensi per osservatori esterni nei bandi Invalsi 2017 Regione per Regione.

Gli Uffici Scolastici Regionali stanno cominciando a pubblicare i bandi 2017 per il reperimento di osservatori esterni Invalsi 2017.

Mentre il mondo della scuola ha gli occhi puntati sulle novità previste per l’esame di maturità 2017 e la prova Invalsi, sono in uscita anche i bandi per l’individuazione di osservatori esterni nelle classi campione durante lo svolgimento delle prove Invalsi 2017.

Quest’anno la Maturità non cambia, mentre dal 2018 viene abolita la terza prova. Il voto della prova Invalsi da svolgere il 5° anno, pur non influendo sul voto finale, sarà un requisito per essere ammessi all’esame di Maturità. L’esito della prova Invalsi sarà riportato in allegato insieme al diploma.

Dopo questa breve panoramica sulle novità della Scuola 2017/2018, che potete leggere più nel dettaglio nell’articolo Buona Scuola: il Governo approva le deleghe alla riforma. Novità e cosa cambia, vediamo come fare domanda per fare l’osservatore esterno alle prove Invalsi 2017. Requisiti, mansioni e compensi indicati nei bandi USR, Regione per Regione.

Invalsi 2017, bando osservatore esterno: domanda e mansioni

L’osservatore esterno delle prove Invalsi 2017 è colui che si occupa di garantire la corretta applicazione del protocollo di somministrazione delle prove; effettua l’inserimento delle risposte alle prove su apposito foglio elettronico; consegna il foglio elettronico alla segreteria della scuola per il successivo inoltro mediante caricamento sul sito Internet dell’Invalsi.

Per fare domanda e diventare un osservatore esterno nelle classi campione durante lo svolgimento delle prove Invalsi 2017 bisogna fare riferimento al bando pubblicato dal proprio USR di appartenenza.

Possono presentare domanda:

  • Dirigenti tecnici
  • Dirigenti scolastici
  • Docenti collaboratori del Dirigente Scolastico
  • Docenti incaricati dello svolgimento di funzioni strumentali, con precedenza per quelli incaricati dello svolgimento di funzioni attinenti alla valutazione degli apprendimenti
  • Docenti comandanti presso gli USR, articolazioni territoriali USR, INDIRE
  • Docenti esperti già utilizzati in precedenti rilevazioni o coinvolti con compiti di formatori o di tutor dei seminari di sensibilizzazione alle indagini OCSE – PISA
  • Docenti somministratori nelle scuole campionate nell’ambito dell’indagine OCSE – PISA
  • Docenti somministratori nelle scuole campionate nell’ambito delle indagini IEA – PIRLS E IEA – TIMSS
  • Docenti con contratto a tempo indeterminato
  • Docenti con contratto a tempo determinato
  • Docente Laureato/diplomato

Avrà precedenza il personale in servizio da non più di 3 anni e, a parità di requisiti, il candidato più giovane.

Possono partecipare al bando anche i giovani diplomati o laureati (selezionati, eventualmente, in via residuale), ma sarà data precedenza a chi è iscritto nelle graduatorie per l’insegnamento provinciali o d’Istituto.

Invalsi 2017, bando osservatore esterno: compensi

A quanto ammonta la paga per chi fa l’osservatore esterno durante le prove Invalsi 2017? Il compenso spettante per ciascuna classe è pari a circa 200 euro lordi e viene erogato in seguito alle prove effettivamente somministrate. La somma è comprensiva di qualsiasi onere e delle eventuali spese di viaggio e vitto per ciascun osservatore.

Invalsi 2017, osservatore esterno: domanda, termini e scadenze

Il primo passo per candidarsi alla posizione di osservatore esterno Invalsi 2017 è di visitare il sito internet del proprio Ufficio Scolastico Regionale.

La domanda deve essere fatta esclusivamente tramite modello allegato al bando da firmare e inviare in formato PDF all’indirizzo indicato sul bando (es: per la Basilicata l’email è invalsibasilicata@gmail.com).

Bisognerà anche allegare una fotocopia di documento di identità valido. Per completare la candidatura è necessario compilare anche il modulo online evitando di inviare il questionario più volte (in caso di errori contattare il referente per l’Invalsi presso l’USR).

Man mano usciranno tutti i bandi, ma per il momento sappiamo che l’USR Basilicata ha messo come data di scadenza delle domande il 18 febbraio 2017 alle ore 13.00. Vi daremo notizia di ulteriori aggiornamenti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories